Questi sono i video più belli della settimana

Questi sono i video più belli della settimana

Claudia Maddaluno · 5 mesi fa · Music

Majid Jordan – Caught Up (feat. Khalid)

Il duo canadese che è sotto etichetta di Drake ha pubblicato un singolo in collaborazione con un altro giovane talento dell’R&B, Khalid, dal titolo Caught Up. Nel video che accompagna la traccia, Majid e Jordan fanno cena con dei semplici tacos e iniziano un’esperienza psichedelica che li mette in contatto con degli alieni. A questo punto è lecito domandarsi cosa fosse quella salsina rosa.

slowthai – Toaster

Dopo aver rilasciato l’album di debutto, slowthai è tornato a casa a Northampton dove ha girato un mini-documentario in cui ci racconta, rappando, un po’ di aneddoti legati alla sua infanzia.

KOTA The Friend – SEDONA

Ogni occasione è buona per ricordarvi che dovete correre ad ascoltare FOTO, l’album di debutto di questo giovanotto qua.

Metronomy – Walking In The Dark

Il nuovo doppio album dei Metronomy (Metronomy Forever) arriva a settembre e Walking In The Dark ne è un assaggio minimale e dopante che ricorda le atmosfere di The Look. Il video del brano è diretto dal leader della band Joe Mount che gioca col greenscreen e le animazioni di Clara Bacou.

Masego: NPR Music Tiny Desk Concert

Venti minuti di puro godimento.

Oh Sees – Heartworm 

Un applauso agli Oh Sees per questo video che mette insieme scene totalmente random che, però, ci tengono incollati allo schermo.

Marvely – Mollami

Chi è Marvely? Un cantante e producer originario del Congo che sa scrivere canzoni dolci come zucchero filato.

Carla dal Forno – Took a Long Time

In questo video ci sono due fiori allo specchio, uno è un fiore vero, l’altro (il più bello) è Carla dal Forno che con questo brano dal tempo rallentatissimo annuncia l’album Look Up Sharp in uscita il 4 ottobre.

Joviale – Taste of the Heavens

Se vuoi sapere che sapore ha il paradiso schiaccia play qui su.

Travis Scott – WAKE UP

Jonah Hill dirige il nuovo video di Travis Scott, Wake Up, in cui l’unico sveglio è lui che si aggira levitando in un’appartamento lussuoso in mezzo a un botto di gente svenuta.

Questi sono i video più belli della settimana
Music
Questi sono i video più belli della settimana
Questi sono i video più belli della settimana
1 · 1
Ti abbiamo fatto la playlist da portare in spiaggia

Ti abbiamo fatto la playlist da portare in spiaggia

Claudia Maddaluno · 4 mesi fa · Music

Ehi, dove credi di andare senza musica?
Non avrai mica intenzione di partire lasciando a casa i tuoi brani preferiti?
Ecco.

Allora, tutto quello che devi fare è:

  • prendere un paio di cuffiette
  • portare una cassa bluetooth (se ti senti molesto)
  • salvare questa playlist nella tua libreria di Spotify

Dentro ci troverai i brani più freschi usciti nell’ultimo periodo in un bel mix di bossa nova, funk, immancabile reggaeton, rap e R&B vacanziero, che ti faranno compagnia mentre ti spalmi la crema solare, o ti prepari per l’aperitivo in piscina, quando finalmente metterai il cervello off ma le tue orecchie resteranno sempre vigili sulla musica giusta.

Tutto chiaro? Ok.
Sai già cosa fare!
Buone vacanze.

Ti abbiamo fatto la playlist da portare in spiaggia
Music
Ti abbiamo fatto la playlist da portare in spiaggia
Ti abbiamo fatto la playlist da portare in spiaggia
1 · 1
Woodstock: 5 performance per celebrare il 50° anniversario

Woodstock: 5 performance per celebrare il 50° anniversario

Giulia Guido · 4 mesi fa · Music

1969. Nixon viene eletto Presidente degli Stati Uniti e Gheddafi prende il potere il Libia, a New York gli omosessuali iniziano a manifestare per i loro diritti durante i Moti di Stonewall, a Londra i Beatles si esibiscono sul tetto dell’Apple Records e Milano viene scossa dalla Strage di Piazza Fontana. Mentre la Guerra del Vietnam colleziona sempre più morti l’uomo mette il primo piede sulla Luna. 

Esattamente a metà di questo marasma di eventi e rivoluzioni si posiziona Woodstock, il Festival musicale più famoso di tutti i tempi che per 3 giorni – tra ritardi, bis e imprevisti, alla fine, sono stati 4 – ha unito quasi un milione di persone che inebriato dalla situazione, dalla musica stupenda e da non poche sostanze stupefacenti, cantava a squarciagola al grido di Peace and Love

Dopo esattamente 50 anni siamo qui a celebrarlo con le 5 performance che hanno fatto la storia.

Richie Havens – Freedom

Woodstock ha ufficialmente inizio il 15 agosto 1969, pochi minuti dopo le 17.00, quando Richie Havens prende posto sul palco. L’euforia e le continue richieste di un bis portarono Richie a chiudere la sua performance improvvisando una versione di Motherless Child, una canzone che faceva parte della tradizione spiritual. Il significato del titolo può essere legato sia al fatto che molti figli di schiavi venivano venduti giovanissimi, diventando orfani, ma anche alla lontananza con la propria madre patria, l’Africa. 

Così Richie Havens, accompagnato dalla sua chitarra, iniziò a ripetere all’infinito la parola “Freedom” segnando in modo eclatante l’apertura del Festival.  

Santana – Soul Sacrifice 

Ventiquattro ore dopo era il momento di Santana e del suo gruppo omonimo, all’epoca non ancora molto conosciuto. Basti pensare al fatto che il primo album dei Santana non era ancora uscito, ma la loro performance riscosse un gran successo, soprattutto quella del brano Soul Sacrifice in cui Santana mostrò al mondo che con la chitarra non era per niente male. 

The Who – My Generation 

Un manifesto di un’intera generazione, My Generation chiude il live dei The Who – che si esibirono il secondo giorno. Un brano diventato simbolo di protesta di una cospicua fetta di giovani in un periodo storico in cui erano visti come il cambiamento, come qualcosa di sbagliato. 

La performance di My Generation è passata alla storia anche per la sua conclusione, quando Pete Townshend inizia a sbattere con forza la chitarra sul palco, per poi lanciarla tra la folla. 

Joe Cocker – With A Little Help From My Friends

Il terzo e ultimo giorno inizia col botto. Joe Cocker portò sul palco una line up unica che decise di concludere con uno dei più grandi successi dei Beatles, With A Little Help from My Friends. Nella versione di Cocker il brano, scritto da John Lennon e Paul McCartney per essere cantato da Ringo Star, subisce un vero e proprio riarrangiamento. 

Noi non siamo nessuno per giudicare quale delle due versioni sia meglio, ci limitiamo a goderne la bellezza. 

Jimi Hendrix – The Star Spangled Banner 

Ultimo, sia della nostra lista sia dell’intero Festival, è Jimi Hendrix. Della sua esibizione di due ore abbiamo deciso di citare la sua interpretazione di The Star Spangled Banner, ovvero dell’inno americano

Accompagnato dalla sua chitarra elettrica, la decisione di portare l’inno nazionale a Woodstock era un palese atto di protesta contro la politica del tempo e, ovviamente, contro la Guerra del Vietnam.

Woodstock: 5 performance per celebrare il 50° anniversario
Music
Woodstock: 5 performance per celebrare il 50° anniversario
Woodstock: 5 performance per celebrare il 50° anniversario
1 · 2
2 · 2
A$AP Rocky torna col botto con il video di “Babushka Boi”

A$AP Rocky torna col botto con il video di “Babushka Boi”

Giulia Guido · 3 mesi fa · Music

Se c’è un cantante che quest’estate ha fatto parlare di sé quello è A$AP Rocky e, sfortunatamente, non grazie alla sua musica. Era lo scorso luglio quando, in Svezia, il rapper di Harlem (con tre membri del suo entourage) è stato arrestato con l’accusa di aggressione e detenuto per tre settimane – annullando parte del tour europeo e la sua presenza al Sònar2019 -, durante le quali la notizia è diventato un vero e proprio caso politico e ha scatenato l’ira dei suoi fan. 

Ora, nonostante la sentenza che lo ha dichiarato colpevole, ma senza prevedere il carcere, A$AP Rocky è tornato con il video ufficiale del suo ultimo singolo “Babushka Boi”, diretto da Nadia Lee Cohen

Sebbene il rapper stesse lavorando sulla canzone da prima degli eventi di luglio, il video che l’accompagna è un palese rimando alla sua ultima esperienza con la legge. 

Il videoclip inizia con lo stesso rapper e i suoi soci uscire di prigione e invischiarsi in una serie di crimini, sempre seguiti da un gruppo di poliziotti con volti da maiale che non vi sveliamo che fine faranno. 

Finalmente possiamo dirlo, A$AP Rocky è tornato! 

A$AP Rocky torna col botto con il video di “Babushka Boi”
Music
A$AP Rocky torna col botto con il video di “Babushka Boi”
A$AP Rocky torna col botto con il video di “Babushka Boi”
1 · 1
Jesus is King, il nuovo album di Kanye West uscirà a settembre

Jesus is King, il nuovo album di Kanye West uscirà a settembre

Giulia Pacciardi · 3 mesi fa · Music

Doveva chiamarsi Yandhi ma una foto postata nelle ultime ora da Kim Kardashian rivela il vero titolo e l’intera tracklist del disco di Kanye West, Jesus is King.

Stando a quanto riportato dalla Kardashian su Twitter e Instagram, con una fotografia che sta impazzando sul web,  l’album conterrà 12 tracce e uscirà il prossimo 27 settembre, ad un anno dall’ultimo lavoro del musicista di Atlanta.

Visualizza questo post su Instagram

🙏🏼 9.27.19 🙏🏼

Un post condiviso da Kim Kardashian West (@kimkardashian) in data:

Non ci resta che attendere per capire se effettivamente quella che sembra essere l’ultima fatica di Kanye sarà esattamente come comunicato dalla moglie.

Jesus is King, il nuovo album di Kanye West uscirà a settembre
Music
Jesus is King, il nuovo album di Kanye West uscirà a settembre
Jesus is King, il nuovo album di Kanye West uscirà a settembre
1 · 1