Seguici sui nostri canali

Iscriviti alla newsletter di Collater.al
Rimani aggiornato con le ultime news
eng

Best Friend, quando il disperato bisogno di un amico ci porta a vivere in un mondo immaginario

Chi l’ha provata cerca disperatamente di non ricascarci, chi non l’ha mai provata ne ha paura come fosse la peste. La solitudine è uno stato mentale, ma anche fisico odiato da tutti. Non sto parlando di quei sani momenti che dedichiamo a noi stessi, che ritagliamo per le nostre passioni, sto parlando di quando si è soli, un po’ per causa nostra, un po’ per fattori esterni, ma si ha un disperato bisogno di qualcuno che non c’è.

Il corto animato Best Friend, realizzato dagli studenti della scuola Gobelins, è ambientato in un futuro in cui sembra abbiano trovato una soluzione alla solitudine. Si tratta di un dispositivo che ti illude di avere degli amici, illusione che dura giusto il tempo di una capsula. Ma la voglia, o il bisogno, di avere amici porta il protagonista ad abusare di questo sistema, tanto da farne diventare la sua droga.

A volte la paura di stare da soli porta a preferire un mondo immaginario, ma quasi mai questo porta a qualcosa di buono.

Regia: Nicholas Olivieri, Shen Yi, Juliana De Lucca, Varun Nair, David Feliu. 

Se ti sei perso lo short video Moscow lo ritrovi QUI.

 

 

Best Friend, quando il disperato bisogno di un amico ci porta a vivere in un mondo immaginario
Close