Seguici sui nostri canali

Iscriviti alla newsletter di Collater.al
Rimani aggiornato con le ultime news
eng

The Long Goodbye, il corto-capolavoro con Riz Ahmed

Sulla bravura di Riz Ahmed non abbiamo dubbi, basta un rewatch della mini-serie “The Night Of – Cosa è successo quella notte?” o di “Sound of Metal”, film che l’anno scorso lo ha portato a una nomination agli Oscar come miglior attore protagonista.
Il talento del giovane inglese di origini pakistane è indiscusso e non si ferma solo alla recitazione: Riz Ahmed è anche un rapper che nel 2020 ha fatto presentato al pubblico il suo secondo album in studio dal titolo “The Long Goodbye”, stesso titolo che ha dato al cortometraggio che ha accompagnato l’uscita e che al momento figura nella shortlist di titoli in lizza per una nomination agli Oscar 2022 nella categoria Best Live Action Short Film (e giù tra i favoriti).

Il corto di 12 minuti diretto dal regista Aneil Karia parla di come spesso le persone con origini differenti dal Paese in cui vivono e in cui sono nate si sentono estranee in casa loro e, a volte, completamente abbandonate.
Tutto ciò è reso sullo schermo in maniera impattante e cruda, immaginando una famiglia britannica di origini indiane che viene prelevata da casa propria – insieme ad altre famiglie del quartiere – dalla polizia. Il finale non lascia spazio all’immaginazione, o alla speranza. 

Importanti quanto le immagini solo le parole rappate alla fine da Riz Ahmed, che fanno parte del suo singolo Where You From. 

The Long Goodbye, il corto-capolavoro con Riz Ahmed
Close