Art UIA.Città di Milano, parte l’attività di street art nella periferia milanese
Artartstreet art

UIA.Città di Milano, parte l’attività di street art nella periferia milanese

-
Giulia Guido

L’arte come mezzo di promozione del benessere, questo è il concetto su cui si fonda lo Street Art Lab partecipato di UIA.Città di Milano, un progetto europeo co-finanziato all’interno dell’iniziativa Urban Innovative Actions (UIA). L’obiettivo è quello di creare un sistema di benessere integrato e nuove opportunità per rendere bambine, bambini, ragazze e ragazzi parte del percorso di crescita della città; migliorare e raccontare la realtà dei quartieri milanesi attraverso l’ascolto dei loro desideri e bisogni, e la co-progettazione dal basso di un murale come metodologia per valorizzare le loro risorse, competenze e talenti. 

Nell’ambito del progetto, coordinato dal Comune di Milano, ActionAid ha dato il via quest’estate allo Street Art Lab partecipato che avrà come obiettivo finale la realizzazione di un murale nel quartiere Comasina-Bruzzano e rappresenterà il punto di vista delle giovani e dei giovani che lo abitano.

A realizzarlo sarà Mister Thoms, nome d’arte di Diego Della Posta, uno degli street artist italiani più noti, conosciuto per le sue opere che attraverso un’estetica cartoon veicolano con ironia e un pizzico di humor messaggi legati alla quotidianità. 

La prima fase si è svolta tra giugno e luglio scorsi, quando sedici ragazzi e ragazze del quartiere, con storie e background eterogenei, hanno avuto la possibilità di partecipare agli Street Art Lab, dei laboratori artistici organizzati da UIA.Città di Milano, coordinati da un educatore di ActionAid, e di confrontarsi proprio con Mister Thoms.  

Questa fase è stata di grande importanza per due motivi. Da una parte ha rappresentato per ragazze e ragazzi, l’occasione di esprimersi e di raccontare come vivono il quartiere, quali sono i luoghi che frequentano maggiormente, ma anche dire secondo loro cosa manca e come migliorerebbero la zona. Dall’altra, le testimonianze raccolte aiuteranno Mister Thoms nella seconda fase, ovvero quella di sviluppo e realizzazione di un murale in cui i giovani possano vedere rappresentati i propri sogni e le proprie speranze. L’artwork, che ricoprirà l’intera parete esterna di una palazzina, rappresenterà un drago, simbolo della forza che ogni ragazzo esterna attraverso il proprio talento. La schiena di questa creatura potente e fantastica ospiterà, inoltre, tutti i personaggi e i valori indicati dai giovani partecipanti degli Street Art Lab.  

Noi di Collater.al abbiamo assistito ai laboratori, dove entusiasmo e idee non sono di certo mancati. Guardate qui sotto le foto e il video delle giornate e continuate a seguirci per scoprire come sarà il murale di Mister Thoms una volta realizzato. 

This document has been prepared for the European Commission however it reflects the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.

Artartstreet art
Scritto da Giulia Guido
x
Ascolta su