Versus, una danza tra il cemento dei palazzi berlinesi

Versus, una danza tra il cemento dei palazzi berlinesi

Claudia Fuggetti · 1 anno fa · Art

Versus è lo short film delle tedesche Fiona Jane Burgess e Franka Marlene Foth, rispettivamente regista e coreografa.
Il filmato mostra due danzatrici contemporanee femminili che si muovono attraverso gli spazi aperti della tenuta Hofgarten a Berlino. La poesia che contraddistingue il video è eterea e mostra le ballerine in perfetta armonia con l’ambiente circostante, fatto di cemento.

La danza è intima e i corpi delle interpreti esprimono la narrazione dello spazio attraverso un impeccabile accostamento cromatico di abiti e background. Come racconta la coreografa:

“It is at times very impulsive and powerful, and at times very sloppy and slow. Sexy and ugly. Heavy and light. Strong and soft”.

La colonna sonora è composta dal musicista elettronico tedesco Frank Bretschneider, il cui suono sperimentale combina note sintetizzate ambient con glitch, per creare un tono futuristico e suggestivo. Questo suono continuo generea una sorta di sospensione tremporale, capace di trasmettere a pieno allo spettatore le sensazioni espresse con la danza.

Versus, una danza tra il cemento dei palazzi berlinesi | Collater.alVersus, una danza tra il cemento dei palazzi berlinesi | Collater.al Versus, una danza tra il cemento dei palazzi berlinesi | Collater.al Versus, una danza tra il cemento dei palazzi berlinesi | Collater.al Versus, una danza tra il cemento dei palazzi berlinesi | Collater.al Versus, una danza tra il cemento dei palazzi berlinesi | Collater.al Versus, una danza tra il cemento dei palazzi berlinesi | Collater.al Versus, una danza tra il cemento dei palazzi berlinesi | Collater.al Versus, una danza tra il cemento dei palazzi berlinesi | Collater.al

Versus, una danza tra il cemento dei palazzi berlinesi
Art
Versus, una danza tra il cemento dei palazzi berlinesi
Versus, una danza tra il cemento dei palazzi berlinesi
1 · 9
2 · 9
3 · 9
4 · 9
5 · 9
6 · 9
7 · 9
8 · 9
9 · 9
Come un videogioco: la street art di Demsky J.

Come un videogioco: la street art di Demsky J.

Claudia Fuggetti · 1 anno fa · Art

Demsky J. è uno street artist spagnolo di Elche attivo sin dai primi anni ’90. Nel corso del tempo è riuscito a distinguersi per il suo stile facilmente riconoscibile, fortemente influenzato dal leggendario sintetizzatore Jupiter 8 e da uno degli scenari dei primi videogiochi come ad esempio Arcade. Tra le caratteristiche principali dei suoi lavori troviamo l’alternanza di linee geometrie e sgargianti colori neon.

Sembra che attraverso i suoi murales si entri in un’altra dimensione, del tutto virtuale e fuori dal tempo. Lo schema rigido delle geometrie paradossalmente infrange le regole e crea uno spazio indipendente, rispetto alla base sulla quale è stato realizzato.

Se vuoi saperne di più visita il suo sito qui.

Come un videogioco- la street art di Demsky J. | Collater.al Come un videogioco- la street art di Demsky J. | Collater.al Come un videogioco- la street art di Demsky J. | Collater.al Come un videogioco- la street art di Demsky J. | Collater.al Come un videogioco: la street art di Demsky J. | Collater.alCome un videogioco- la street art di Demsky J. | Collater.al Come un videogioco- la street art di Demsky J. | Collater.al Come un videogioco- la street art di Demsky J. | Collater.al

Come un videogioco: la street art di Demsky J.
Art
Come un videogioco: la street art di Demsky J.
Come un videogioco: la street art di Demsky J.
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8
I cuscini in plexiglass di Colin Roberts rifrangono la luce 

I cuscini in plexiglass di Colin Roberts rifrangono la luce 

Claudia Fuggetti · 1 anno fa · Art

Colin Roberts è un artista con base a Los Angeles che ha iniziato a creare cuscini in perspex e in plexiglass a partire dal 2008. Da sempre interessato alla ricerca di nuovi materiali, l’artista ha visto nell’ogetto del cuscino una fonte d’ispirazione, tanto da voler realizzare delle “magiche” sculture a tema che rifrangono la luce. Colin racconta:

Sono stato ispirato a usare la forma del cuscino perché è un oggetto così comune, in quanto esseri umani, abbiamo tutti un rapporto speciale con esso senza rendercene conto. Un cuscino è qualcosa che ogni persona è in grado di riconoscere e desiderare quando ha bisogno di riposo. Rappresenta il conforto, il riposo e il sonno per la nostra mente, il nostro corpo e la nostra anima”.

Alcuni hanno paragonato le sue opere alla sfera specchiata da discoteca, capace di proiettare la luce nello spazio circostante. Il cuscino sembra essere uno degli oggetti più richiesti e desiderati nella nostra epoca, poiché è mentalmente associato all’idea del riposo, che è spesso insufficiente per via di uno stile di vita frenetico. Il lavoro dell’artista è attualmente esposto nella mostra collettiva Divided Brain presso LAVA Projects a Los Angeles e sarà visibile fino al 16 dicembre 2018.

I cuscini in Plexiglass di Colin Roberts rifrangono la luce | Collater.al I cuscini in Plexiglass di Colin Roberts rifrangono la luce | Collater.al I cuscini in Plexiglass di Colin Roberts rifrangono la luce | Collater.al I cuscini in Plexiglass di Colin Roberts rifrangono la luce | Collater.al I cuscini in Plexiglass di Colin Roberts rifrangono la luce | Collater.al I cuscini in Plexiglass di Colin Roberts rifrangono la luce | Collater.al I cuscini in Plexiglass di Colin Roberts rifrangono la luce | Collater.al

I cuscini in plexiglass di Colin Roberts rifrangono la luce 
Art
I cuscini in plexiglass di Colin Roberts rifrangono la luce 
I cuscini in plexiglass di Colin Roberts rifrangono la luce 
1 · 7
2 · 7
3 · 7
4 · 7
5 · 7
6 · 7
7 · 7
Le illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari

Le illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari

Claudia Fuggetti · 1 anno fa · Art

Elisa Macellari è un’illustratrice italo-tahilandese nata a Perugia, con base a Milano. Il suo stile è esotico e colorato, questo probabilmente è dovuto al legame con la sua terra d’origine. Dopo essersi diplomata all’Accademia di Belle Arti di Perugia, ha lavorato come assistente e graphic designer alla Galleria Suzy Shammah a Milano. Nel 2017 ha vinto il premio Autori di Immagini Gold Medal e nella sua carriera si annoverano collaborazioni con Mondadori, Feltrinelli, Giunti, Zanichelli, Plansponsor, Cancer World, mentre dal 2016 è una presenza costante sulle pagine del magazine Donna Moderna.
Nella fase creativa, si serve spesso del tavolo luminoso che usa per realizzare delle bozze a matita, successivamente colorate in digitale.

La freschezza dei suoi lavori, l’armonia dei colori e della composizione, sono gli elementi che vanno a costituire lo stile unico di Elisa, che sa sempre stupire.
Papaya Salad è il suo romanzo grafico di esordio, recentemente uscito per la BAO Publishing e racconta la storia del suo prozio Sompong, che dalla Thailandia venne in Europa alla vigilia della Seconda guerra mondiale. Alla ricerca del suo posto nel mondo, il protagonista dal carattere mite e risoluto, racconta le sue avventure.

Visita il sito di Elisa qui.

Le illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari | Collater.al   Le illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari | Collater.alLe illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari | Collater.al Le illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari | Collater.alLe illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari | Collater.al Le illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari | Collater.al Le illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari | Collater.al Le illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari | Collater.al Le illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari | Collater.alLe illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari | Collater.al Le illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari | Collater.al Le illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari | Collater.al Le illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari | Collater.al Le illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari | Collater.al

Le illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari
Art
Le illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari
Le illustrazioni colorate ed esotiche di Elisa Macellari
1 · 16
2 · 16
3 · 16
4 · 16
5 · 16
6 · 16
7 · 16
8 · 16
9 · 16
10 · 16
11 · 16
12 · 16
13 · 16
14 · 16
15 · 16
16 · 16
Il Re Leone: è uscito il primo trailer del remake in live action

Il Re Leone: è uscito il primo trailer del remake in live action

Giulia Pacciardi · 1 anno fa · Art

Ad una come me, cresciuta con la Disney, una notizia del genere non può che cambiare la giornata.
Stanotte è uscito il primo trailer ufficiale del remake di Il Re Leone, diretto da Jon Favreau, il regista di Il Libro della Giungla e dei primi due Iron Man.

Dopo Dumbo, diretto da Tim Burton,  e Aladdin di Guy Ritchie, la storia del leone più bella di sempre sarà il terzo remake in live action ad uscire nel 2019 e, a giudicare dalla prima clip, non tradirà le aspettative.

A rompere il silenzio sono le immagini della scena più iconica del film, quella del “Cerchio della vita”, il momento in cui Rafiki mostra a tutto il regno un Simba appena nato, interpretato da Donald Glover.
Ancora non c’è spazio per gli amici Timon e Pumbaa, le cui voci sono di Seth Rogen e Billy Eicher, e neanche per Scar, Chiwetel Ejiofor, ne tantomeno per Nala, a cui la voce viene prestata da Beyoncé, di Mufasa, interpretato da James Earl Jones, è invece la voce che recita la già famosa orazione che accompagna il trailer.
Un cast di doppiatori stellari che hanno contribuito alla riuscita di un remake che tanti aspettavano e la cui colonna sonora, come altro non poteva essere, è ancora curata da Elton John che ha rilavorato ad alcuni dei pezzi originali del 1994 con Hans Zimmer e Beyoncé.
Ma non vi preoccupate, alcuni dei brani a cui siete profondamente affezionati sono già stati confermati: “Circle of Life”, “I Just Can not Wait to be King”, ”Hakuna Matata” e “Can You Feel the Love Tonight” faranno sicuramente parte della nuova colonna sonora.

Fino a luglio 2019, nella speranza che escano altri trailer ufficiali, non ci resta che attendere per cui mettetevi comodi e guardate questa prima clip all’infinito!

Il Re Leone, primo trailer | Collater.al 1

Il Re Leone, primo trailer | Collater.al 2

Il Re Leone, primo trailer | Collater.al 3

Il Re Leone, primo trailer | Collater.al 4

Il Re Leone, primo trailer | Collater.al 5

Il Re Leone, primo trailer | Collater.al 6

Il Re Leone: è uscito il primo trailer del remake in live action
Art
Il Re Leone: è uscito il primo trailer del remake in live action
Il Re Leone: è uscito il primo trailer del remake in live action
1 · 6
2 · 6
3 · 6
4 · 6
5 · 6
6 · 6