Victor Habchy – Burning Man

avatar
6 Dicembre 2016

Burning Man - Il festival più surreale del mondo tenuto a Black Rock City dal 1991, documentato negli scatti del fotografo francese Victor Habchy

Il deserto è un mare di sabbia in cui non ci si può tuffare o forse si. E se ti tuffi soffochi oppure torni a respirare o prendi fiato per la prima volta in vita tua.

Il deserto è una luna in cui il sole cade e affonda, diventa rosso come il tuorlo di un uovo. E se lo guardi non vedi più o forse cominci a vedere per la prima volta in vita tua.

Nel deserto del Nevada durante il Burning Man Festival vedi quel che vedi e non sai cosa vedi. Il vento ti soffoca, il sole ti acceca, però secondo me ti senti bene. Ti senti come quando vuoi baciare qualcuno e lo baci, come quando vuoi fare la capriola e puoi farla. Mi sembra che si chiami libertà, ma magari mi sbaglio.

Victor Habchy è un fotografo francese che si è tuffato nel deserto del Nevada e ha respirato e dal suo fiato sono nate queste foto folli e bellissime che ti fanno sentire libero.
La libertà è un deserto al tramonto.

Victor Habchy - Burning Man
Victor Habchy - Burning Man
Victor Habchy - Burning Man
Victor Habchy - Burning Man
Victor Habchy - Burning Man
Victor Habchy - Burning Man
Victor Habchy - Burning Man
Victor Habchy - Burning Man
Victor Habchy - Burning Man
Victor Habchy - Burning Man
Victor Habchy - Burning Man
Victor Habchy - Burning Man
Victor Habchy - Burning Man
Victor Habchy - Burning Man
Victor Habchy - Burning Man

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share