Vinilica Vol.12 – TOUCH THE WOOD

Lo definiscono un talismano contro la iattura del mondo moderno: coloratissimi e sfacciati, come i colori fluo delle grafiche che accompagnano le loro serate. Se fosse uno stato d’animo sarebbe felicità assoluta. I primi anni gli sono serviti per farsi conoscere (con ospiti targati Libertines, Smith, Horrors, Sex Pistols, Television Personalities, etc.); dopo si è giocato a sperimentare e stupire.

“Abbiamo avuto Lady Starlight, che al di là degli orizzonti d’attesa pop ha messo su un dj set con vinili hard rock, poi Josh Beech, un modello di brand alternativi, emblema del mood del club, Koudlam…”

Facciamo due chiacchiere con Marco G. e Mr Kite, resident dj e creatori del Touch the Wood, la serata che ogni venerdì prende vita nei locali del Radio Cafè, a Roma. Un club costituito da una vera e propria crew e non abbraccia solo lo spazio del dj set, ma si sviluppa anche attraverso un programma sulla radio RadioLiberaTutti in collaborazione con Peacebone, e il blog di moda Superlatives, curato da Vanessissima von S.

“Ci interessa il legame tra moda e musica che da sempre la sottocultura ha mantenuto. Ci interessano i brand indipendenti con una certa attitudine punk. Per esempio abbiamo lavorato con The End is Near, che si ispira alla scena superfuturistica promossa dall’etichetta Amdiscs che mescola sonorità rock, rap ed electro. Quel marchio si sposava bene perché era molto nineties, raver. Ma abbiamo avuto modo di collaborare anche con Moschino o Vogue Magazine. Sicuramente possiamo considerare M.I.A. e Azealia Banks come icone del nostro modo di fare clubbing.”

Dal sixties al grunge, fino all’electro pop, bitches con un microfono in mano e swag! Il dj set del Touch the Wood persegue l’obiettivo del non ripetersi mai, senza venire meno alla riconoscibilità della propria firma. Indiscutibile l’attenzione per la ricerca delle nuove tendenze, lo scouting dell’underground in cui il club romano ama distinguersi. Del resto, non era proprio questa la caratteristica di un certo mod-ernismo?

Marco G. e Mr. Kite sono poco più che ventenni, 46 anni in due e con l’entusiasmo tipico dei ragazzi di talento ci spiegano che il loro obiettivo è quello di accompagnare Roma verso orizzonti ormai sdoganati in altre parti d’Europa e del mondo ma che ancora stentano a decollare qui da noi. Una concezione di club che trova parallelismi con il London Loves al Plastic di Milano, il Flash Cocotte a Parigi, i dj-set di Sheila Chipperfield (Elastica) a Berlino e il Glamda a Roma con cui hanno una collaborazione mensile. Stanno cercando di consolidare una scena che si possa riconoscere anche al di fuori del club consapevoli del fatto che Rome Wasn’t Build in A Day.

Buon ascolto.

Vinilica Vol.12 - AH! WHAT’S GOING ON!? - TOUCH THE WOOD

Vinilica Vol.12 - AH! WHAT’S GOING ON!? - TOUCH THE WOOD

Vinilica Vol.12 - AH! WHAT’S GOING ON!? - TOUCH THE WOOD

Artmusicplaylistvinilica
x
Ascolta su