YoAz scompone e ricompone le immagini

YoAz scompone e ricompone le immagini

Giulia Guido · 10 mesi fa · Art

Quello che YoAz cerca di fare con la sua arte è svelare, mostrare quanta meccanica può celarsi dietro a un’immagine, da quanti piccoli elementi è composto un disegno. 

L’illustratore francese vive e lavora a Parigi ed è conosciuto per la sue illustrazioni realizzate digitalmente caratterizzate da colori vividi e accesi, campiture piene e, soprattutto, da una loro visione quasi ingegneristica, che si tramuta su carta, scomponendo l’immagine in ogni suo elemento e sottolineando i punti di congiunzione tra una forma e l’altra. 

L’arte di YoAz trova ispirazione da tutto ciò che lo circonda, per questo i suoi soggetti spaziano da personaggi della cultura pop, al mondo animale, arrivando a edifici ed elementi architettonici. 

Ovviamente l’artista francese ha dei punti saldi, uno tra tutti rimane il cubismo e l’arte di Braque e di Picasso. 

YoAz | Collater.al
YoAz | Collater.al
YoAz | Collater.al
YoAz | Collater.al
YoAz | Collater.al
YoAz | Collater.al
YoAz | Collater.al
YoAz | Collater.al
YoAz | Collater.al
YoAz scompone e ricompone le immagini
Art
YoAz scompone e ricompone le immagini
YoAz scompone e ricompone le immagini
1 · 15
2 · 15
3 · 15
4 · 15
5 · 15
6 · 15
7 · 15
8 · 15
9 · 15
10 · 15
11 · 15
12 · 15
13 · 15
14 · 15
15 · 15
COLOUR: UNKNOWN, il progetto artistico ospitato dalla Garden House di ALYSI

COLOUR: UNKNOWN, il progetto artistico ospitato dalla Garden House di ALYSI

Giulia Guido · 10 mesi fa · Art

Per tre settimane lo showroom di ALYSI di via Tortona, 12 (Milano) cambierà aspetto per diventare uno spazio creativo ed espositivo in occasione del progetto COLOUR: UNKNOWN

Questo ambizioso progetto-mostra si svilupperà in una serie di eventi dedicati alla curiosità, alla sorpresa e all’osservazione sensoriale, senza mai dimenticare il tema che ruota attorno a COLOUR: UNKNOWN, ovvero la valorizzazione delle peculiarità della mente femminile, fino ad arrivare alla complessità delle emozioni.

Il primo appuntamento vedrà la partecipazione di un ospite d’eccezione, ovvero l’artista olandese Ruth van Beek famosa per i suoi interventi su materiali d’archivio che dopo averli piegati, tagliati e manipolati diventano qualcos’altro, cambiano aspetto. 

Quest’attenzione per i materiali, le texture e il colore torna anche nell’installazione sensoriale curata dal collettivo multidisciplinare Studio Fludd con la direzione tecnica di Eleonora Diana. 

COLOUR: UNKNOWN è visitabile dal 20 marzo, solo per tre settimane ed esclusivamente su appuntamento.

colour unknown alysi | Collater.al
colour unknown alysi | Collater.al
colour unknown alysi | Collater.al
colour unknown alysi | Collater.al
colour unknown alysi | Collater.al
colour unknown alysi | Collater.al
colour unknown alysi | Collater.al
colour unknown alysi | Collater.al
colour unknown alysi | Collater.al
colour unknown alysi | Collater.al
colour unknown alysi | Collater.al
colour unknown alysi | Collater.al
colour unknown alysi | Collater.al
colour unknown alysi | Collater.al
COLOUR: UNKNOWN, il progetto artistico ospitato dalla Garden House di ALYSI
Art
COLOUR: UNKNOWN, il progetto artistico ospitato dalla Garden House di ALYSI
COLOUR: UNKNOWN, il progetto artistico ospitato dalla Garden House di ALYSI
1 · 18
2 · 18
3 · 18
4 · 18
5 · 18
6 · 18
7 · 18
8 · 18
9 · 18
10 · 18
11 · 18
12 · 18
13 · 18
14 · 18
15 · 18
16 · 18
17 · 18
18 · 18
Only Human di Martin Parr, cosa significa essere inglesi oggi

Only Human di Martin Parr, cosa significa essere inglesi oggi

Claudia Fuggetti · 10 mesi fa · Art, Photography

In un periodo storico così delicato per il Regno Unito, diventa quasi doveroso allestire un evento che tratti il tema dell’identità britannica in tempo di Brexit. La National Portrait Gallery di Londra ha recentemente aperto le porte di una nuova grande mostra dedicata al leggendario fotografo britannico Martin Parr: si tratta di Only Human. L’evento si concentra sul tema “Britishness” e su cosa significhi essere inglesi oggi.

Parr ha spiegato che:

“One of the main themes is British identity and given March 2019 is when we are supposedly leaving the European Union, the timing could not be better”.

All’interno della mostra troviamo tutto ciò che gravita attorno all’identità british: infatti oltre alle immagini di gente comune, “Only Human” espone anche alcuni ritratti di celebrità come Vivienne Westwood, Cara Delevigne e Pele.

Sarà possibile vedere Only Human fino al 27 maggio, nel frattempo date un’occhiata alla nostra galleria qui sotto.

Only Human di Martin Parr, cosa significa essere britannici oggi | Collater.al
Only Human di Martin Parr, cosa significa essere britannici oggi | Collater.al
Only Human di Martin Parr, cosa significa essere britannici oggi | Collater.al
Only Human di Martin Parr, cosa significa essere britannici oggi | Collater.al
Only Human di Martin Parr, cosa significa essere britannici oggi | Collater.al
Only Human di Martin Parr, cosa significa essere britannici oggi | Collater.al
Only Human di Martin Parr, cosa significa essere britannici oggi | Collater.al
Only Human di Martin Parr, cosa significa essere britannici oggi | Collater.al
Only Human di Martin Parr, cosa significa essere inglesi oggi
Art
Only Human di Martin Parr, cosa significa essere inglesi oggi
Only Human di Martin Parr, cosa significa essere inglesi oggi
1 · 30
2 · 30
3 · 30
4 · 30
5 · 30
6 · 30
7 · 30
8 · 30
9 · 30
10 · 30
11 · 30
12 · 30
13 · 30
14 · 30
15 · 30
16 · 30
17 · 30
18 · 30
19 · 30
20 · 30
21 · 30
22 · 30
23 · 30
24 · 30
25 · 30
26 · 30
27 · 30
28 · 30
29 · 30
30 · 30
KFC, nel nuovo spot il Colonnello Sanders come Don Vito Corleone

KFC, nel nuovo spot il Colonnello Sanders come Don Vito Corleone

Giulia Guido · 10 mesi fa · Art

L’arte della pubblicità continua ad affascinarci. L’ultimo spot che ci ha colpito è quello realizzato dall’agenzia creativa Mother London per KFC. Nel video intitolato Chicken Town l’unico e inimitabile Colonnello Sanders gira per le strade di una città che vive solo grazie alle imitazioni. Sulle insegne dei negozi vediamo sigle che vanno da “AFC” a “ZFC” e in sottofondo risuona la celebre colonna sonora de Il Padrino.

Mentre lo stesso Colonnello impana il pollo migliore del mondo e lo frigge le sue parole tuonano lapidarie “‘Cause when you’re on top everybody want a piece of you”, ricordando al mondo che esiste un solo, vero pollo fritto

KFC, nel nuovo spot il Colonnello Sanders come Don Vito Corleone
Art
KFC, nel nuovo spot il Colonnello Sanders come Don Vito Corleone
KFC, nel nuovo spot il Colonnello Sanders come Don Vito Corleone
1 · 4
2 · 4
3 · 4
4 · 4
Evan Matthew Cohen e l’arte di raccontare storie con le immagini

Evan Matthew Cohen e l’arte di raccontare storie con le immagini

Giulia Guido · 10 mesi fa · Art

Dopo aver avuto un boom e anche una crisi, il fumetto sta tornando ad essere parte delle nostre vite, ma sotto il nome di graphic novel. Dimentichiamoci quindi di Topolino, gli eroi della Marvel o della DC, oggi chi si dedica a quest’arte non vuole solo raccontare storie ben costruite, ma vuole anche trasmettere un messaggio, una morale. Evan Matthew Cohen è un illustratore e fumettista che proprio grazie alle sue storie illustrate è diventato conosciuto e seguito a livello internazionale. 

I suoi racconti iniziano, si sviluppano e finiscono in pochi riquadri che convivono tutti sullo stesso foglio e protagonisti indiscussi dei suoi lavori sono il cambiamento, la trasformazione personale, l’evoluzione. Questi temi vengono rappresentati attraverso l’uomo, ma anche attraverso la rappresentazione della natura. Così vediamo la Terra essere lavorata come se fosse un pezzo di pongo e diventare un piccolo essere umano o ancora una persona chiudersi a tal punto da diventare un fiore. 

Attraverso le sue illustrazioni, Evan Matthew Cohen vuole trasmettere soprattutto un’emozione, uno stato d’animo di rilassatezza, di pace con il mondo e secondo me c’è riuscito in pieno.

Evan Matthew Cohen | Collater.al
Evan Matthew Cohen | Collater.al
Evan Matthew Cohen | Collater.al
Evan Matthew Cohen | Collater.al
Evan Matthew Cohen | Collater.al
Evan Matthew Cohen | Collater.al
Evan Matthew Cohen | Collater.al
Evan Matthew Cohen | Collater.al
Evan Matthew Cohen | Collater.al
Evan Matthew Cohen | Collater.al
Evan Matthew Cohen | Collater.al
Evan Matthew Cohen | Collater.al
Evan Matthew Cohen e l’arte di raccontare storie con le immagini
Art
Evan Matthew Cohen e l’arte di raccontare storie con le immagini
Evan Matthew Cohen e l’arte di raccontare storie con le immagini
1 · 12
2 · 12
3 · 12
4 · 12
5 · 12
6 · 12
7 · 12
8 · 12
9 · 12
10 · 12
11 · 12
12 · 12