Design A24: quando un logo vale quanto il film 
Designcinemagraphic design

A24: quando un logo vale quanto il film 

Giulia Guido

Cosa hanno in comune film come Moonlight, Il sacrificio del cerco sacro, The Whale, Everything Everywhere All at Once, Past Lives, Euphoria, Priscilla? (Oltre ad essere successi di critica e incassi). La risposta è una piccola parola di 3 lettere in cui si nasconde un mondo: A24

A24 è una casa di produzione e distribuzione statunitense – nonostante il nome è un diretto rimando all’autostrada italiana A24, dove David Fenkel stava guidando quando gli venne l’idea di fondarla – nata nel 2012. Da allora, in pochissimi anni è riuscita a ritagliarsi un degno spazio all’interno del panorama cinematografico americano, dove sono ancora le grandi major a detenere la maggior parte delle produzioni. Il successo della A24 è dovuto al fatto che lo stesso impegno messo nella scelta delle produzioni e della loro produzione è stato messo nello sviluppo di una forte identità, sia stilistica sia estetica. Bandiera di questa identità è il logo, semplice, elegante e d’impatto, realizzato dall’agenzia GrandArmy. Impossibile non averlo in mente. 

Le produzioni di A24 sono diventate ben presto sinonimo di qualità e ogni volta che vediamo il suo logo all’inizio di una pellicola o in un trailer sappiamo già cosa aspettarci. In un’industria che punta sempre più sulla star del momento trasformata in campagna vivente del film, il caso di A24 fa sperare ancora nel cinema fatto bene, col cuore, e curato fino al più piccolo dettaglio, a partire dai titoli d’apertura. 

Per sottolineare l’importanza del film e per accompagnare fin da subito lo spettatore all’interno della storia, fin dalla prima produzione del 2012 con Spring Breakers, il team della A24 ha deciso di adattare il proprio logo all’estetica della pellicola. Un dettaglio, un secondo tra mille altri che però a molti non è passato inosservato e che ora desta sempre più ammirazione – molti hanno anche la propria personale classifica di loghi preferiti. Noi non siamo riusciti a sceglierne uno, ma vi lasciamo qui di seguito i più particolari. 

Everything Everywhere All at Once (2022)
Civil War (2024)
Priscilla (2023)
Talk to Me (2023)
Men (2022)
Midsommar (2019)
American Honey (2016)
Ex Machina (2015)
Saint Maud (2021)
A24

Lamb (2021)
A24
Marcel the Shell with Shoes On (2022)
A24
Men (2022)
A24
Mid90s (2018)
Hereditary (2018)
A24
Beau Is Afraid (2023)
A24
MaXXXine (2024)
Designcinemagraphic design
Scritto da Giulia Guido
x
Ascolta su