Photography “È solo la fine del mondo” in 10 inquadrature 
Photography10inquadraturepop corn

“È solo la fine del mondo” in 10 inquadrature 

Giulia Guido

Dopo 12 anni lontano da casa Louis, uno scrittore di successo, torna a casa per comunicare alla famiglia di avere una malattia terminale. Ad aspettarlo la sorella minore, con la quale non ha mai avuto il tempo di instaurare un vero e proprio rapporto, il fratello maggiore, da sempre geloso del suo successo, la cognata e la madre che spera ancora in un rappacificamento.
Una trama semplice, quella di “È solo la fine del mondo” di Xavier Dolan, che si mette al servizio di un tema profondo e complicato da affrontare. 

Al servizio del giovane regista canadese troviamo un cast d’eccezione: Gaspard Ulliel, Vincent Cassel, Marion Cotillard, Nathalie Baye e Léa Seydoux. I loro sentimenti (e risentimenti) si intrecciano e fanno da sfondo a dialoghi in cui il caos famigliare fa da padrone. Come in una vera casa le persone si interrompono, cambiano stanza, si alzano nel bel mezzo di un discorso, parlano pensando ai piatti da lavare o alla prossima portata, si urlano da una parte della casa all’altra. 

Xavier Dolan non lascia indietro i piccoli dettagli e soprattutto gli sguardi, rivelatori di verità troppo dure da dire a voce. Noi abbiamo selezionato 10 frame di “È solo la fine del mondo” che racchiudono l’essenza del film. 

“È solo la fine del mondo”
“È solo la fine del mondo”
“È solo la fine del mondo”
“È solo la fine del mondo”
“È solo la fine del mondo”
“È solo la fine del mondo”
Photography10inquadraturepop corn
Scritto da Giulia Guido
x
Ascolta su