The Guestbook: la nostra intervista a Emanuele Passarelli

The Guestbook è la rubrica fotografica che racconta i take over degli artisti che animano il profilo Instagram di Collater.al.

avatar
4 Febbraio 2019

Emanuele Passarelli è un fotografo romano che si è fatto conoscere per via dei suoi scatti notturni dallo stile cinematografico e suggestivo. L’evento che ha segnato la sua carriera artistica è stato quello di aver scoperto i lavori del fotografo inglese James Oliver Connolly, una fonte d’ispirazione per la sua ricerca. Dietro ogni sua fotografia c’è un grande studio della luce, delle pose, della composizione e di tutti gli elementi utili per raccontare una storia.

Noi di Collater.al abbiamo chiesto ad Emanuele di raccontarsi brevemente tramite un’intervista, che trovi qui sotto:

Cosa ti ha guidato nella scelta di queste immagini?

Queste immagini sono una serie di ritratti notturni ambientati nelle strade di alcune città italiane e racchiudono la prima fase del mio percorso fotografico.
C’è tanta ricerca personale al loro interno. Ricerca per quanto riguarda la tecnica fotografica e ricerca soprattutto per indagare i lati più oscuri della mia personalità, che cerco di esprimere immergendo i volti e i corpi dei miei modelli nelle situazioni più fredde e buie, proprio con l’intento di portare il lettore nel mio stesso mondo.
I tuoi scatti sono molto “cinematografici”, ci sono film o libri che hanno influenzato il tuo percorso artistico? Se sì, quali?
Prendo spunto da ogni situazione che attira la mia curiosità, di ogni esperienza faccio dei piccoli “screenshots” per poi riutilizzarli come moodboard per i miei lavori futuri, commissionati e non. Per esempio ti sto scrivendo dalla mia nuova casa a Milano, lungo il tragitto metro/casa ho avuto modo di memorizzare alcuni luoghi adatti a dei ritratti che molto probabilmente svilupperò in queste settimane. Indubbiamente anche alcuni film mi hanno molto segnato sia a livello fotografico, sia per lo storytelling, uno di questi è Blade Runner.
Ci sono delle storie dietro le tue immagini?
Come detto all’inizio, spesso racconto di me utilizzando i volti e i corpi di altre persone come fossero una sorta di autoritratto. Più volte mi è capitato di portare chi ritraevo nei posti dove sono cresciuto, questo mi ha aiutato molto a tirar fuori quelle che da qualche anno a questa parte sono le immagini che più mi rappresentano come fotografo ritrattista.
A livello progettuale, pensi prima al risultato finale o ti affidi all’intuito?
Ho imparato a trovare uno scopo alle mie immagini, questo ovviamente prima anche solo di pensare di toccare la macchina fotografica. Se trovi una finalità per una serie di ritratti o per un progetto più complesso, come può essere stato per me “Italia nel grande formato”, riesci a stabilire una linea guida che ti accompagna lungo tutto il percorso. È utile crearsi delle piccole regole che stabiliscono formato, scelta delle pellicole, post produzione e il giusto approccio con i collaboratori, anche se certamente durante le varie fasi di un progetto queste regole possono mutare.
Che progetti hai per il futuro?
Bella domanda! Ci sarebbe tanto da dire e da organizzare. Probabilmente concentrerò tutto me stesso nel migliorare le mie abilità tecniche fotografiche e di stampa antiche, tra cui la fotografia al collodio umido. Una volta ottenuta perfetta padronanza di questa tecnica, inizierò ad organizzare un nuovo tour, con la differenza che questa volta avrò un camper per girare tutta Europa e una grande novità che non posso ancora rivelarvi!
Segui il take over di Emanuele sul profilo Instagram di Collater.al!

The Guestbook: la nostra intervista a Emanuele Passarelli | Collater.al The Guestbook: la nostra intervista a Emanuele Passarelli | Collater.al The Guestbook: la nostra intervista a Emanuele Passarelli | Collater.al The Guestbook: la nostra intervista a Emanuele Passarelli | Collater.al The Guestbook: la nostra intervista a Emanuele Passarelli | Collater.al The Guestbook: la nostra intervista a Emanuele Passarelli | Collater.al The Guestbook: la nostra intervista a Emanuele Passarelli | Collater.al The Guestbook: la nostra intervista a Emanuele Passarelli | Collater.al The Guestbook: la nostra intervista a Emanuele Passarelli | Collater.al

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share