C’è più di una buona ragione per ascoltare i Golfers

C’è più di una buona ragione per ascoltare i Golfers

Claudia Maddaluno · 3 mesi fa · Music

Se stavi cercando il brano giusto per la tua playlist con le ultime uscite di ottobre, i Golfers hanno ciò che fa per te.

Il duo composto da Max e Claudio ha da poco rilasciato il secondo singolo dopo Your Game: si intitola “Good Reason”, ma le buone ragioni per ascoltarlo sono più d’una.

La prima è che è un brano che puoi ascoltare di lunedì, facendo finta che sia appena iniziato il weekend. Poi mettici che prende ispirazione da The Blaze e Jamie XX ma aggiunge spunti innovativi e uno stile molto personale che va a rafforzare l’identità artistica del duo irpino affascinato dalla scena dance anni ’90 ma anche da un pop più dinamico e melodico.

Altro motivo è che “Good Reason” è accompagnato da un video live molto figo girato a Napoli da Dario De Simone alla Fondazione Made in Cloister (ex-Chiostro della Chiesa di S. Caterina a Formiello) che ogni anno ospita un’opera site specific realizzata da artisti internazionali al fine di supportare il dialogo continuo tra tradizione e arte contemporanea.

Questo spirito anima anche il progetto Golfers, molto attento a costruire una sua identità visiva, legata al mondo dell’arte e della moda.
Scopri di più guardando il video di “Good Reason” e leggendo la nostra intervista.

Ciao Golfers, presentatevi con un paio di righe e una canzone a chi ancora non vi conosce.

Ciao Collater.al, noi siamo Max e Claudio, per un motivo non ben specificato quando suoniamo insieme piace farci chiamare Golfers. Veniamo dall’Irpinia e suoniamo una musica elettronica che fonde elementi di annate e stili differenti, riportando l’ascoltatore a sensazioni spesso contrastanti tra di loro. Non siamo in grado di catalogarci in un genere esatto, né ci teniamo particolarmente a farlo. Per capire meglio di cosa parliamo vi suggeriamo di ascoltare il nostro ultimo singolo “Good Reason” che rappresenta benissimo l’idea della nostra musica.

Good Reason” è il vostro nuovo singolo. Ci raccontate come nasce la traccia?

Bella domanda! Questo pezzo nasce seguendo dinamiche poco convenzionali. Un pomeriggio eravamo in studio a lavorare agli ultimi ritocchi di una vecchia traccia. É successo che a fine giornata, ancora incoscienti, ci siamo resi conto di aver esagerato, il brano originale non esisteva più, era venuto fuori un nuovo pezzo fortemente contaminato dagli ascolti del momento, ma che sentivamo estremamente personale.
E’ una delle nostre tracce preferite proprio perché è nata in maniera del tutto naturale, senza dover forzare nulla.

Il vostro progetto, seppure giovane, ha già una precisa identità visiva. Le linee, i colori forti e accenni all’op art sono in qualche modo le tre principali connotazioni del vostro stile. Da dove nasce l’esigenza dei Golfers di abbinare la musica elettronica all’arte visiva moderna

Siamo sempre stati attratti dall’estetica e nel momento in cui abbiamo messo su questo progetto ci è sembrato scontato dedicare la giusta importanza a questo aspetto. La parte visiva va considerata come parte integrante della nostra musica, è uno strumento in più. Abbiamo avuto la fortuna di poter collaborare con LAND OH studio, che ha realizzato e ideato le grafiche di queste prime due tracce (“Your Game” e “Good Reason”) e di tutte le nostre prossime uscite.

Il video che accompagna “Good Reason” è un live girato alla Fondazione Made in Cloister a Napoli. Vorremmo sapere i motivi di questa scelta e com’è nato il rapporto con il brand D.A.T.E. che ha supportato il progetto.

Stavamo ragionando su un contenuto video per Good Reason e l’idea del classico videoclip non ci faceva impazzire. Il nostro mondo è molto vicino a quello dell’arte in genere. La location del Made In Cloister è pazzesca, c’è un connubio perfetto tra arte moderna e architettura storica. Quando ci è stato proposto di girare lì ci è sembrato molto coerente con quello che cercavamo. D.A.T.E. è un brand molto sensibile al connubio musica e moda, a loro è piaciuta la nostra musica e anche il nostro “stile” e il mondo visivo che ci rappresenta, così ha scelto di collaborare al progetto fornendoci le scarpe che vedete nel video e che sono della prossima collezione autunno/inverno, oltre che spingere il pezzo anche sui loro canali. Probabilmente faremo altre cose insieme in un futuro prossimo. 

L’ultima domanda è un consiglio: che disco ascoltiamo oggi?

Beh, potreste ascoltare uno dei nostri dischi preferiti: “Dancehall” dei The Blaze.

C’è più di una buona ragione per ascoltare i Golfers
Music
C’è più di una buona ragione per ascoltare i Golfers
C’è più di una buona ragione per ascoltare i Golfers
1 · 9
2 · 9
3 · 9
4 · 9
5 · 9
6 · 9
7 · 9
8 · 9
9 · 9
Questi sono i video più belli della settimana

Questi sono i video più belli della settimana

Claudia Maddaluno · 3 mesi fa · Music

Beck – Uneventful Days

Blood Orange ha diretto il nuovo video di Beck per Uneventful Days in cui ritroviamo anche Evan Rachel Wood, Tessa Thompson e Alia Shawkat. La clip è surreale ma molto impressionante a livello estetico: la grana, il moodboard e lo storytelling rivelano senza alcun dubbio il gusto inconfondibile di Dev Hynes.

Divino Niño – Plastic Love

Forse era meglio quando i Divino Niño facevano i video di animazione, perché con questo qui ora ce la faremo sotto ogni volta che andremo in una SPA.

Blu Samu – GFM

che meraviglia.

Tyler, The Creator – I THINK

Tyler, The Creator ci racconta un altro pezzetto della sua delusione d’amore con il video di I THINK in cui vediamo il suo alter-ego IGOR cercare disperatamente l’ex in un night club per poi finire in una sala pose in cui (SPOILER) c’è nientemeno che Kendall Jenner.

Arlo Parks – Sophie

Sono poche le artiste a questo mondo che sanno infondere una tale tranquillità. Perciò se hai bisogno di calmarti vieni qui da Arlo Parks.

Tei Shi – Alone In The Universe

Dopo il bellissimo video assieme a Blood Orange, nella sua nuova clip Tei Shi è sola davanti alla telecamera e dentro l’universo.

Zack Villere – Sore Throat

Zack Villere è uno perfettamente a suo agio col proprio mal di gola e coi riff di chitarra rilassati. Nei prossimi mesi dovrebbe uscire il nuovo album, ma intanto ci giriamo la periferia in moto ascoltando Sore Throat, mettendo uno di quei foulard bruttissimi attorno al collo per evitare brutte infiammazioni.

Banoffee – Tennis Fan ft. Empress Of

Iniziamo ad entrare nel mood weekend con il nuovo singolo di Banoffee con Empress Of . A dirigere questo video così glamour è lo stesso regista di Juice di Lizzo, Quinn Whitney, che qui ci mostra quanto le amicizie vere vadano oltre qualsiasi ingiustizia.

Tim Atlas – Tangerine

‘Tangerine’ was written about someone that may go under the radar, usually understated, but can actually be the most interesting, beautiful person in the room. I also learned a choreographed dance, which is a huge feat, because if you know me, I’m a below-average dancer.”
Tim Atlas è esattamente quel tipo di bellezza. Ma adesso che l’hai notato, non puoi assolutamente sottovalutarlo.

Rex Orange County – 10/10 | A Take Away Show

Questo è solo per ricordarti che oggi esce un album bellissimo ed è Pony di Rex Orange County. Schiaccia play e sogna.

Questi sono i video più belli della settimana
Music
Questi sono i video più belli della settimana
Questi sono i video più belli della settimana
1 · 1
Questi sono i video più belli della settimana

Questi sono i video più belli della settimana

Claudia Maddaluno · 3 mesi fa · Music

Blood Orange – Dark & Handsome (feat. Toro y Moi)

Apriamo la rubrica con un altro bellissimo video a firma Dev Hynes, aka Blood Orange. Il visual accompagna la traccia Dark & Handsome (feat. Toro Y Moi) e, come molte altre dirette da Dev, ha un sapore retrò, accentuato dal formato quadrato ma soprattutto dalla resa VHS o 16mm presente in molte sequenze della clip. Il cameo di Toro Y Moi, invece, è sorprendentemente allo screen di un iPhone.

Smino – Trina

Beh, che dire. Questo video ha camicie Versace, choker di strass, costumi con stampe animalier e auto rosa. In pratica, tutto quello di cui ho bisogno per vivere.

Michael Kiwanuka – Solid Ground | A COLORS SHOW

Cosa è lo Xanax quando c’è Kiwanuka che suona un vintage Rhodes negli studi di Colors?

Willie J Healey – Polyphonic Love

Questo ragazzotto dai capelli rossi che viene dall’Oxfordshire ci piace molto perché ci regala sempre ottime gemme pop. Polyphonic Love è l’ultimo assaggio dal prossimo EP Hello Good Morning che uscirà il 15 novembre. Qualcuno ha detto Lennon?

Easy Life – Nice Guys

Ospiti di un finto talk show cristiano incentrato sul tema dell’astinenza, gli Easy Life offrono una performance dove di patinato c’è solo lo sbrilluccichio dei loro abiti in stile anni ’80. Per il resto, è tutta un’escalation verso l’orrore fino all’uomo tra(s)vestito da Trump.

Oklou – Forever

La producer francese Oklou ha rilasciato in settimana un nuovo singolo dal titolo Forever, accompagnato dal video diretto da Roxanne Gaucherand che ci aiuta a familiarizzare con gli insetti.

Thom Yorke – Last I Heard (…He Was Circling The Drain)

Il primo video estratto dal progetto ANIMA di Thom Yorke è una piccola opera d’arte in bianco e nero. Diretto da Art Camp & Saad Moosajee, il visual presenta diverse tecniche di animazione (dal 3d al 16mm) frutto di un lavoro di un equipe composta da designer, animatori e videomaker.
Le sequenze sono ispirate ai sogni di Thom e rappresentano il senso di alienazione e solitudine dell’individuo nella folla e nella follia moderna.
At its core, our intention was to communicate the experience of feeling completely on your own, surrounded by people you see yourself in but don’t understand, who have lost their minds to the city and can’t see that you need their help.”

HAIM – Now I’m In It 

Paul Thomas Anderson (collaboratore di Thom Yorke) ha diretto il nuovo video delle HAIM che ci dà una nuova idea su come affrontare i periodi no: entrare in un autolavaggio e lasciare che le spazzole si portino via tutto.

Jacques Greene – Stars

Lo scorso venerdì Jacques Greene ha pubblicato il suo secondo disco Dawn Chorus e ora ci porta in viaggio a tutta velocità “tra la strada e le stelle” in questo nuovo video in bianco e nero diretto da Mathieu Fortin che è il sequel di Do It Without You.

Toro Y Moi – Soul Trash

Il cerchio si chiude più o meno dove l’avevamo aperto con Toro Y Moi e il nuovo cortometraggio Soul Trash che accompagna l’omonimo mixtape uscito a inizio anno e, con una serie di sequenze a metà tra il lo-fi e il psichedelico, racconta momenti di vita quotidiana e parti del suo recente tour.

Questi sono i video più belli della settimana
Music
Questi sono i video più belli della settimana
Questi sono i video più belli della settimana
1 · 1
FKA twigs è tornata con l’attesissimo MAGDALENE

FKA twigs è tornata con l’attesissimo MAGDALENE

Giulia Guido · 2 mesi fa · Music

Sfumature elettroniche, ballate e anche un brano a cappella che ricorda i canti religiosi. Questo e molto altro potete trovare nel nuovo e attesissimo album di FKA twigs. Si chiama MAGDALENE non a caso, dato che per la sua realizzazione l’artista inglese si è ispirata proprio a Maria Maddalena, una delle figure più controverse, sempre al fianco di Gesù, ma passata alla storia con accezioni negative come concubina e prostituta. Così parte un più ampio viaggio che sviscera e onora la figura femminile libera da stereotipi, da imposizioni e  da luoghi comuni. 

“A woman’s time to embrace
She must put herself first”

MAGDALENE è stato anticipato dall’uscita di 4 singoli: Cellophane, Holy Terrain, Home With You e Sad Days, accompagnati da un video musicale e dalla pubblicazione dell’artwork di Matthew Stone che troviamo sulla copertina e che consiste in un ritratto della stessa FKA twigs realizzato nel tipico stile dell’artista inglese composto da grosse pennellate e forme non definite. 

Ascoltate qui sotto MAGDALENE e guardate i video dei singoli, verrete trasportati in una dimensione eterea! 

FKA twigs è tornata con l’attesissimo MAGDALENE
Music
FKA twigs è tornata con l’attesissimo MAGDALENE
FKA twigs è tornata con l’attesissimo MAGDALENE
1 · 2
2 · 2
Follow God, il video del nuovo singolo di Kanye West

Follow God, il video del nuovo singolo di Kanye West

Collater.al Contributors · 2 mesi fa · Music

Da un po’ di tempo a questa parte Kanye West ha introdotto nella sua vita un filone religioso. Una sorta di percorso di redenzione e di purificazione per il rapper di Atlanta.

La svolta alla religione cristiana ha significato tanto per lui, talmente tanto da farla diventare l’elemento principale del nuovo disco Jesus Is King e che punta a suggellare un legame definitivo con Dio.

La musica contenuta in questo disco rimanda al gospel fin dal primo istante e non è un caso che sia proprio il coro del Sunday Service, celebrato da Kanye durante un corso a Calabasas, a inaugurare il suo ultimo lavoro in studio.
Ma veniamo al singolo: per la pubblicizzazione del video del primo estratto la moglie di West, Kim Kardashian, ha pubblicato sulle sue stories di Instagram parti del video trailer.

L’elemento fondamentale della traccia è l’invito di Kanye a essere seguaci di Cristo rivisitando dei temi religiosi della sua precedente Father Stretch My Hands, Pt. 1 del 2006.
Il brano, che utilizza anche il sample di Can You Lose By Following God di Whole Truth del 1974, sprona a non cedere, nonostante la vita sia piena di ostacoli e momenti bui.
Girato nel Wyoming, il video presenta Kanye insieme a suo padre Ray West. I due camminano attraverso una pianura innevata fino ad arrivare a un ATV in attesa. I due si interrogano su una tematica importante della storia americana: la schiavitù dei neri e il razzismo istituzionale che è da sempre uno dei problemi culturali più importanti del paese.

L’incontro tra i due si svolge in una località dove solitamente Kanye West si rifugia per trovare ispirazione per i suoi lavori. Si potrebbe dire che questo luogo sia per lui quasi un mausoleo della creatività, un luogo spirituale dove si ritira per concentrarsi meglio.
Le riprese del video sono state volutamente svolte in quella località che è lontana dall’America Hollywoodiana spesso rappresentata dai colleghi. Kanye infatti, oltre a essere emotivamente legato a quel luogo, ha deciso di girare il video in una realtà più vera lontana dai riflettori e dalla caoticità che caratterizza le grandi città americane quasi a voler rendere il tutto un po’ più intimo, una vera chiacchierata tra padre e figlio.

Dopo aver visto il video di West “Follow God” puoi ascoltare Jesus Is King qui sotto!

Testo di Anna Cardaci

Follow God, il video del nuovo singolo di Kanye West
Music
Follow God, il video del nuovo singolo di Kanye West
Follow God, il video del nuovo singolo di Kanye West
1 · 1