Photography Hashem Shakeri racconta il dramma della siccità in Iran
Photographyphotography

Hashem Shakeri racconta il dramma della siccità in Iran

-
Claudia Fuggetti
Hashem Shakeri

Il fotografo di Tehran Hashem Shakeri ha focalizzato la sua ricerca artistica sul tema della siccità in Iran, in particolare sulla grave crisi che ha colpito il grande lago di Hamoun. An Elegy for the Death of Hamun è il nome del reportage che racconta questa condizione ambientale drammatica, che si avvia verso una massiccia desertificazione.

Nelle immagini di Hashem non ci sono tonalità sgargianti, bensì tinte neutre che evidenziano il paesaggio brullo della zona. Tutto è iniziato nel 1999 quando la maggior parte degli specchi d’acqua si sono lentamente prosciugati, da allora il fenomeno di desertificazione è stato inarrestabile.

Ricordiamo che l’Afghanistan ha violato gli accordi firmati con l’Iran negli anni ’70 ed ha costruito numerose dighe, tra cui quattro che bloccano il flusso d’acqua da monte Hirmand (in Afghanistan) a valle Hirmand, dove il fiume sfocia nell’Hamoun.

A causa della mancanza di acqua, nella zona si verificano frequenti tempeste di polvere: si dice che questa nebbia soffocante di sabbia abbia sepolto 100 villaggi, costringendo le persone ad abbandonare le loro case. Oggi, il 25% della popolazione del Sistan è emigrata a causa di una perdita di mezzi di sussistenza, e il 95% di coloro che rimangono vivono al di sotto della soglia di povertà.

Guarda la nostra gallery qui sotto e dai un’occhiata al sito del fotografo qui.

Photographyphotography
Scritto da Claudia Fuggetti
x
Ascolta su