Le illustrazioni di Olimpia Zagnoli per Barilla celebrano l’amore universale

Le illustrazioni di Olimpia Zagnoli per Barilla celebrano l’amore universale

Giulia Guido · 3 anni fa · Art

In occasione del World Pasta Championship di quest’anno Barilla ha collaborato con Olimpia Zagnoli per creare una speciale confezione di Spaghetti N°5 in edizione limitata.

Olimpia è una giovane artista milanese che si è distinta grazie al suo stile fresco, caratterizzato da forme nuove e dolci e da colori brillanti e scuri allo stesso tempo. 

“Ho disegnato una coppia di donne innamorate che condividono un piatto di spaghetti a tarda notte e l’ho spedito. Ho aspettato una risposta, pensando che Barilla non l’avrebbe mai accettato, ma indovinate un po’: l’hanno fatto”.

La sua idea si è rivelata vincente e con una semplicità disarmante è diventata la perfetta celebrazione dell’amore universale e portatrice di un messaggio di inclusione.

Per un’azienda attiva a livello globale, caratteristica fondamentale dev’essere quella di essere costantemente al passo con i tempi e vicini agli argomenti che riguardano la collettività.

“Negli ultimi anni abbiamo compiuto passi significativi verso un percorso di diversità e inclusione. Pensiamo che non sia solo la cosa giusta da fare, ma anche fondamentale per il nostro business”

Le confezioni in edizione limitata con le illustrazioni di Olimpia Zagnoli sono state distribuite durante l’evento di celebrazione della Giornata Mondiale della Pasta che, se ve lo state chiedendo, è il 25 ottobre. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

?? @barilla #pastaworldchampionship The first time i met with the team at Barilla, i immediately addressed the infamous statements that came out in 2013 about gay couples. I also told them that after that i was so disappointed that i stopped buying their products (not just pasta but flour, cookies, snacks…) for many years. What i didn’t know was that while i was protesting in my kitchen, Barilla made significant progress radically redefining its Code of Ethics and adjusting its internal policies to ensure greater inclusion and enhance the respect for different sexual orientations, gender equality, rights of the disabled, and multicultural and intergenerational issues. It now collaborates with different foreign organisations that support the rights of LGBT communities (Catalyst, Parks, ValoreD, Human Rights Campaign, GLAAD, The Tyler Clementi Foundation, The 30% Club); it supports associations that promote LGBT rights and events against homophobia such as, for example, Spirit Day, the largest campaign against bullying and for the inclusion of LGBT youths promoted by the American GLAAD; it promotes and actively participates in local meetings with LGBT communities. Barilla also scored 100% in the Human Rights Campaign Annual Corporate Equality Index from 2015 to 2018. I took this assignment because i was free to express my personal point of view through my illustrations and i’m glad i had such a big platform to do so. I hope corporations, big/small brands and people will learn from their mistakes and educate themselves to make this world a better place.

Un post condiviso da Olimpia Zagnoli (@olimpiazagnoli) in data:


Olimpia Zagnoli Barilla | Collater.al Olimpia Zagnoli Barilla | Collater.al Olimpia Zagnoli Barilla | Collater.al Olimpia Zagnoli Barilla | Collater.al

Olimpia Zagnoli Barilla | Collater.al

Le illustrazioni di Olimpia Zagnoli per Barilla celebrano l’amore universale
Art
Le illustrazioni di Olimpia Zagnoli per Barilla celebrano l’amore universale
Le illustrazioni di Olimpia Zagnoli per Barilla celebrano l’amore universale
1 · 6
2 · 6
3 · 6
4 · 6
5 · 6
6 · 6
Le donne nelle fotografie di Kim Akrich

Le donne nelle fotografie di Kim Akrich

Giulia Guido · 4 giorni fa · Photography

Poche cose ci fanno sentire liberi come il mare che bagna la pelle e la sabbia che accarezza il corpo e Kim Akrich lo sa bene. 

Kim Akrich è una fotografa francese con base a Parigi, ma che ha vissuto per alcuni anni viaggiando in luoghi esotici e vivendo in luoghi come Tahiti e Bora Bora. È proprio da questi luoghi e dalla loro atmosfera che si lasciata ispirare per realizzare alcuni dei suoi scatti più iconici. 

Le spiagge bianche e il turchese del mare fanno da sfondo e da cornice a corpi di giovani ragazze libere di mostrarsi come sono, senza veli e senza filtri. Kim gioca con la semplicità tanto che a volte non le serve altro che la luce calda del sole per creare lo scatto perfetto. Altre volte, invece, inserisce elementi che sottolineano la bellezza delle forme, come fiori appoggiati sulla pelle o brillantini.

Sono quasi dieci anni che Kim affascina il suo pubblico con stupende foto di donne nella loro forma più naturale e facendone risaltare il lato più femminile. 

Ogni giorno Kim Akrich condivide i suoi scatti, che profumano di libertà ed estate, con oltre 129 mila follower su Instagram, ma per godere a pieno le sue foto vi consigliamo di vederle sul suo sito – dove potrete anche acquistarle – e dove sono libere da ogni tipo di censura. 

Le donne nelle fotografie di Kim Akrich
Photography
Le donne nelle fotografie di Kim Akrich
Le donne nelle fotografie di Kim Akrich
1 · 15
2 · 15
3 · 15
4 · 15
5 · 15
6 · 15
7 · 15
8 · 15
9 · 15
10 · 15
11 · 15
12 · 15
13 · 15
14 · 15
15 · 15
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

Giulia Guido · 4 giorni fa · Photography

Ogni giorno, sul nostro profilo Instagram, vi chiediamo di condividere con noi le vostre immagini e fotografie più belle.
Per la raccolta InstHunt di questa settimana abbiamo selezionato le vostre 10 migliori proposte: @missgherard, @palacheva_photo, @nihites, @saracamporesi.it, @noveprimavere__, @julietberdo, @alanys.salas, @andrea_paterno_images, @giorgioscapy, @sonoingenuo.

Tagga @collateral.photo per essere selezionato e pubblicato nel prossimo numero di InstHunt.

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
Photography
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
1 · 1
La fotografia semplice e familiare di Lauren Bamford

La fotografia semplice e familiare di Lauren Bamford

Federica Cimorelli · 5 giorni fa · Photography

Lauren Bamford è una fotografa freelance con base a Melbourne, in Australia, specializzata in fotografia still life, di viaggio e documentaristica – in campo editoriale e commerciale. I suoi scatti combinano soggetti semplici e familiari a tavolozze colori accattivanti e sono il risultato di un lavoro attento alle atmosfere e alle composizioni. 

Il suo stile personale, discreto e umile, mescola istinto e ragione. Lauren Bamford infatti dà molto importanza alla luce naturale, ma quando non ha la possibilità di sfruttarla per l’immagine, la ricostruisce e imita artificialmente il più possibile.
Oggetti di design, cibo, persone, dettagli e particolari sono i protagonisti delle sue fotografie, sono collezioni di cose interessanti messe insieme con armonia ed equilibrio.

– Leggi anche: Gli autoritratti introspettivi di Handra Rocha

Guarda qui una selezione dei suoi scatti, seguila su Instagram e visita il suo sito personale.

La fotografia semplice e familiare di Lauren Bamford
Photography
La fotografia semplice e familiare di Lauren Bamford
La fotografia semplice e familiare di Lauren Bamford
1 · 15
2 · 15
3 · 15
4 · 15
5 · 15
6 · 15
7 · 15
8 · 15
9 · 15
10 · 15
11 · 15
12 · 15
13 · 15
14 · 15
15 · 15
August Joensalo fotografa l’intimità nelle vite queer

August Joensalo fotografa l’intimità nelle vite queer

Giulia Guido · 6 giorni fa · Photography

August Joensalo è una regista e fotografa di Helsinki, città dove ha vissuto l’adolescenza in un ambiente in cui quella del fotografo non era vista come una vera e propria professione. Durante la formazione scolastica, terminata con una laurea all’Università di Aalto nel 2018 con il cortometraggio intitolato “Filia” e un Master in Fine Art alla HDK-Valand, ha capito che in quanto artista il suo obiettivo primario doveva essere quello di focalizzarsi su storie degne di essere raccontate e ascoltate, ma soprattutto storie di chi non ha la possibilità (o la forza) di far sentire la propria voce. 

Attraverso i film e le fotografie August punta i riflettori sulla comunità queer e trans che vive tutti i giorni e di cui fa parte. In particolar modo, in “Tender” – ultimo progetto in ordine di tempo – l’obiettivo della macchina fotografica si posa sui volti di amici e persone vicine. Per Anniina Joensalo le immagini si sono rivelate il mezzo perfetto per esplorare e analizzare il tema dell’identità di genere in modo intimo e delicato. 

La descrizione scelta da August per riassumere il significato di questo lavoro non potrebbe essere più azzeccata: “Searching for moments of peaceful intimacy in the queer lives around me with my friends, partners and lovers.

Luci artificiali colorate, bianco e nero, camere da letto o prati immensi, ogni tecnica e ogni luogo sono quelli giusti per rappresentare quella serenità d’animo che le persone queer o trans riescono a raggiungere dopo tutte le battaglie e gli ostacoli che devono affrontare nelle proprie vite. Guardando gli scatti di August Joensalo possiamo leggere la profondità delle storie delle persone ritratte, ma percepiamo anche un senso di calma, come quando finalmente il temporale finisce.  

Seguite August Joensalo su Instagram e visitate il suo sito per scoprirne di più.

August Joensalo fotografa l’intimità nelle vite queer
Photography
August Joensalo fotografa l’intimità nelle vite queer
August Joensalo fotografa l’intimità nelle vite queer
1 · 10
2 · 10
3 · 10
4 · 10
5 · 10
6 · 10
7 · 10
8 · 10
9 · 10
10 · 10