L’installazione di Vetements e Harrods contro la sovrapproduzione

avatar
12 febbraio 2018

Il brand svizzero Vetements ha collaborato con Harrods per creare un’installazione contro la sovrapproduzione che sta distruggendo il mondo.

Nel tentativo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul sempre più grande problema della sovrapproduzione, il marchio svizzero Vetements ha deciso di occupare 4 vetrine del department store londinese Harrods con numerosi capi in disuso di normali passanti.

L’intera, immensa, installazione è infatti composta solo da capi che il brand ha chiesto di donare tramite dei “fori” integrati nelle vetrine.
Le montagne di vestiti rappresentano la produzione di massa e le risorse che vengono impiegate in maniera inutile per la creazione di capi che, puntualmente, avanzano e vengono gettati.

“For brands to become more sustainable today, they need to do one simple thing: have their supply meet their demand. It’s like throwing away food in a world full of hunger. Our planet is sick because of us, because we want more and more and more, without thinking of generations to come.”

Ha detto a Vogue il CEO di Vetements, Guram Gvasalia.

Se volete partecipare vi basterà passare davanti ad Harrods, in cambio riceverete un braccialetto in plastica riciclata Vetements x Harrods.
Se non siete a Londra non preoccupatevi, pare che le installazioni faranno il giro di tutti i maggiori department store del mondo.

installazione di Vetements e Harrods contro la sovrapproduzione | Collater.al 1 installazione di Vetements e Harrods contro la sovrapproduzione | Collater.al 5 installazione di Vetements e Harrods contro la sovrapproduzione | Collater.al 2 installazione di Vetements e Harrods contro la sovrapproduzione | Collater.al 3 installazione di Vetements e Harrods contro la sovrapproduzione | Collater.al 4

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share