Art Le atmosfere inafferrabili di Irene Balia
Artfigurativopittura

Le atmosfere inafferrabili di Irene Balia

Anna Frattini

Colori pieni e intensi che comunicano inquietudine. Sono queste le atmosfere che Irene Balia riporta nelle sue opere, difficili da afferrare a un primo sguardo. I soggetti sono ambigui, dalle caratteristiche stranianti e difficilmente decifrabili. Gli ambienti praticamente desertici mettono in campo scenari quasi apocalittici: finestre che si aprono su panorami inaspettati e misteriosi.

irene balia

Ricordo e rimpianto. Due temi che si legano alle opere dell’artista che parla di relazioni umane talvolta anche turbando lo spettatore. Osservando “Il sogno” (2023) i personaggi sembrano cercare risposte, sono girati di schiena se non per una figura femminile sulla sinistra, intenta a illuminare una figura dormiente.

irene balia

La struttura bidimensionale prevale nelle opere di Irene Balia, facendo emergere in modo netto la separazione fra sfondo e soggetti in primo piano. Si aggiunge la componenete minimalista che ridefinisce un linguaggio puramente figurativo. Il vuoto diventa quindi riempitivo, a tratti delimitato da confini sottili oppure assenti.

Di origini sarde, Irene Balia (classe ’85) vive e lavora a Milano e lavora a stretto contatto con la galleria Area/B.

Artfigurativopittura
Scritto da Anna Frattini
x
Ascolta su