Design Gli edifici a forma di loghi ideati da Karina Wiciak
Designarchitecture

Gli edifici a forma di loghi ideati da Karina Wiciak

-
Collater.al Contributors
Karina Wiciak | Collater.al 1

Karina Wiciak – un’architetta polacca che lavora presso il Wamhouse Studio – ha ideato un progetto in cui si è immaginata una serie di case a forma di noti loghi di brand. Il concept comprende quattro edifici: Trihouse, Crosshouse, Rhombhouse e Pyrahouse.

La prima struttura, Trihouse, assume la forma del marchio adidas ed è composta da tre strisce di cemento molto grandi separate da grandi vetrate. Posta in un paesaggio di montagna, dall’edificio si può godere di un’ampia vista grazie sia alle finestre laterali, sia da quelle superiori poste sul tetto. Il design permette la creazione di un’atmosfera aperta che fa penetrare la luce naturale. Le stanze sono inoltre anch’esse divise da vetrate ma che possono essere coperte da delle tende così da ottenere una maggiore privacy. La superficie di Trihouse è di circa 500 metri quadrati e si sviluppa su quattro piani. Al primo ci sono l’ingresso, la cucina, il soggiorno e la sala da pranzo. Successivamente, al secondo piano si trovano una biblioteca, uno studio e i servizi. Gli ultimi due piani sono dedicati alle camere da letto.

Karina Wiciak | Collater.al 2
Karina Wiciak | Collater.al 1
Karina Wiciak | Collater.al 1

La seconda casa, a forma di croce, è la Crosshouse. Il design riprende il logo del brand automobilistico Chevrolet. La struttura è posta in mezzo all’acqua ed è accessibile solo “via mare”. La facciata principale è composta quasi tutta da vetrate fornendo così una vista senza intoppi. La superficie della casa è di circa 250 metri quadrati sviluppata su due piani. Al primo vi sono la cucina, la sala da pranzo e il soggiorno mentre, al secondo piano, ci sono le camere da letto con i servizi.

Karina Wiciak | Collater.al 1

La terza casa ricorda un altro logo di un brand automobilistico: Renault. A forma di rombo, Rhombhouse comprende anch’essa grandi vetrate. Più grande delle case precedenti, è posta in mezzo a un vasto prato. Sviluppata su due piani, la struttura comprende al primo la cucina con soggiorno, sala da pranzo, biblioteca e bagno. Al secondo livello vi è la camera da letto, i servizi e uno studio.

Karina Wiciak | Collater.al 1

Infine, l’ultima casa, la Pyrahouse, ricorda molto una piramide ed è situata in mezzo al deserto. L’edificio si sviluppa su più piani ed è grande più di 300 metri quadrati.
Al primo livello c’è un grande spazio aperto con soggiorno, sala da pranzo, cucina e biblioteca. Al secondo è situato uno studio con bagno e, infine, all’ultimo piano vi è la camera da letto principale e anche il bagno.

Karina Wiciak | Collater.al 1
Designarchitecture
Scritto da Collater.al Contributors
x
Ascolta su