Maraya, lo specchio che riflette il deserto dell’Arabia Saudita

avatar
28 Marzo 2019

Maraya è il nome dell'installazione site specific realizzata dagli italiani Gio Forma Studio Associato che riflette il deserto dell'Arabia Saudita.

Gli italiani Gio Forma Studio Associato hanno realizzato un incredibile progetto chiamato Maraya.Si tratta di una enorme installazione site-specific in mezzo al deserto dell’Arabia Saudita, composta da un gigantesco cubo a specchio che funge sia da auditorium, che da opera di land art.

La parola Maraya, che in arabo significa specchio, va a identificare meglio l’installazione che è stata rivestita di pannelli riflettenti: questi offrono una vista sempre nuova del deserto circostante. Il merito è anche della location, dato che la regione di Al-Ula in Arabia Saudita è patrimonio mondiale dell’Unesco.

La struttura-installazione comprende al suo interno anche un teatro immersivo, che si presta perfettamente all’allestimento di mostre interattive di arte cinetica dell’agenzia creativa italiana Todo.

Maraya, lo specchio che riflette il deserto dell'Arabia Saudita | Collater.al
Maraya, lo specchio che riflette il deserto dell'Arabia Saudita | Collater.al
Maraya, lo specchio che riflette il deserto dell'Arabia Saudita | Collater.al
Maraya, lo specchio che riflette il deserto dell'Arabia Saudita | Collater.al
Maraya, lo specchio che riflette il deserto dell'Arabia Saudita | Collater.al
Maraya, lo specchio che riflette il deserto dell'Arabia Saudita | Collater.al
Maraya, lo specchio che riflette il deserto dell'Arabia Saudita | Collater.al
Maraya, lo specchio che riflette il deserto dell'Arabia Saudita | Collater.al
Maraya, lo specchio che riflette il deserto dell'Arabia Saudita | Collater.al
Maraya, lo specchio che riflette il deserto dell'Arabia Saudita | Collater.al
Maraya, lo specchio che riflette il deserto dell'Arabia Saudita | Collater.al

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share