Art Memory Lapses, le installazioni temporanee di Francois Ollivier
Artinstallationphotography

Memory Lapses, le installazioni temporanee di Francois Ollivier

-
Giulia Ficicchia
Memory Lapses, le installazioni temporanee di Francois Ollivier | Collater.al 2

Terapeuti di tutto il mondo ve lo confermeranno: i luoghi nei quali abbiamo costruito ricordi più felici sono quelli in cui è meglio rifugiarsi nei momenti di burrasca interiore. Poi vengono tutti gli altri, quelli della routine, quelli della famiglia, quelli dei nuovi inizi e quelli della fine. Per ognuno di loro abbiamo un’etichetta emozionale, un misto di memoria e di sensazioni.

Proprio su questo giocano le installazioni scultoree temporanee del fotografo Francois Ollivier, che già precedentemente ci aveva portato alla scoperta di esseri umani in contesti urbani.

Ollivier viaggia tra i luoghi della sua vita: Montreal, dove vive dal 2011, Roquebrune Sur Argens, dove è nato, il Portogallo, dove vive la sorella con la famiglia. In ognuno di questi posti, il fotografo realizza sculture con materiali riflettenti che, grazie ad un attento gioco di tempistica e flash, scompaiono nel momento dello scatto. Delle volte sono caotiche, perchè specchio di forti nostalgie e lunghi rapporti emozionali, altre volte sono più lineari, perchè la memoria si sta ancora costruendo.

È un gioco di sottrazione tramite la luce, una trasposizione dalla mente all’immagine, emozioni incluse.

Artinstallationphotography
Scritto da Giulia Ficicchia
x
Ascolta su