MVRDV ha progettato un edificio a specchio a Rotterdam

MVRDV ha progettato un edificio a specchio a Rotterdam

Emanuele D'Angelo · 4 settimane fa · Design

Lo studio di design e architettura MVRDV ha appena ultimato il suo ultimo spettacolare lavoro a Rotterdam, un edificio con una facciata curva a specchio e un giardino pensile sul tetto.

Ad aprile lo studio MVRDV ha condiviso le immagini dei primi alberi installati sul giardino pensile del “deposito boijmans van beuningen“.
Ora, appena cinque mesi dopo, è stata completata la costruzione del primo deposito d’arte accessibile al pubblico al mondo.

L’edificio alto circa 40 metri si trova in un giardino pubblico a Rotterdam, nonostante le sue grandi dimensioni, il deposito ha un ingombro relativamente ridotto grazie alla forma “a scodella”.
Il “boijmans van beuningen” regala riflessi dell’ambiente circostante, integrandosi a pieno con l’ambiente, grazie a circa 1.664 pannelli a specchio che lo rivestono interamente.

Il fondatore di MVRDV lo ha definito: “un progetto audace, e il suo successo deriva dal dialogo diretto con tutte le parti coinvolte – dalla persona che calcola l’esatta curvatura dei pannelli a specchio e dall’operaio edile che ha montato le vetrate all’azienda che ha co-progettato la nostra foresta sul tetto”.

MVRDV ha progettato un edificio a specchio a Rotterdam
Design
MVRDV ha progettato un edificio a specchio a Rotterdam
MVRDV ha progettato un edificio a specchio a Rotterdam
1 · 6
2 · 6
3 · 6
4 · 6
5 · 6
6 · 6
Il designer Erasmo Ciufo incontra UNIQLO

Il designer Erasmo Ciufo incontra UNIQLO

Giulia Pacciardi · 4 settimane fa · Design

Con base tra Milano e New York, il secondo artista voluto da UNIQLO per festeggiare il primo anno del suo store in Piazza Cordusio, a Milano, è Erasmo Ciufo.
Creative e Design Director di Lettergram, vanta collaborazioni con numerosi brand di moda ma anche con artisti nel settore musicale, ambito in cui ha realizzato numerosi progetti per cantanti e rapper di fama internazionale. 

Per UNIQLO, realtà con cui ha già collaborato in passato, ha pensato alla realizzazione di un workshop e di una tee in Limited Edition che reinterpreta l’identità e il patrimonio del brand giapponese in una chiave retro-futuristica.

Durante il suo “Graphic Design Workshop”, Erasmo metterà a disposizione dei partecipanti la sua esperienza nello sviluppo e nella realizzazione del merchandise per artisti internazionali e li aiuterà a lavorare all’ideazione di una nuova linea per UNIQLO, esattamente come ha fatto per la t-shirt in Limited Edition che riceveranno in esclusiva.

Per iscriverti al workshop, che si terrà mercoledì 30 settembre all’interno di UNIQLO Cordusio, clicca QUI, non dimenticarti però di dare un occhio all’intero calendario di eventi che trovi QUI.

Il designer Erasmo Ciufo incontra UNIQLO
Design
Il designer Erasmo Ciufo incontra UNIQLO
Il designer Erasmo Ciufo incontra UNIQLO
1 · 10
2 · 10
3 · 10
4 · 10
5 · 10
6 · 10
7 · 10
8 · 10
9 · 10
10 · 10
Le case circolari sull’albero di Manuel Mosquera

Le case circolari sull’albero di Manuel Mosquera

Emanuele D'Angelo · 4 settimane fa · Design

È senza dubbio un sogno che tutti hanno avuto da bambini quello di possedere una bellissima casa sull’albero.
L’architetto argentino Manuel Mosquera, per un concorso di architettura modulare, ha progettato un complesso di case sugli alberi, adattato al paesaggio naturale di una foresta francese.

L’architetto ha dovuto seguire determinate regole, tra cui quella di progettare una struttura adattabile a una gamma diversificata di utenti e con possibilità di espansione.

Ogni progetto è diviso in moduli che possono essere disposti in modi diversi, permettendo ad ogni casa sull’albero di essere unica.

Alte circa due metri queste piccole case hanno una bellissima forma circolare che le rende uniche nel loro genere.
In totale la casa misura 5 metri cubi, perfetta in realtà per una sola persona, per vivere isolati e in tranquillità nelle foreste francesi.



Le case circolari sull’albero di Manuel Mosquera
Design
Le case circolari sull’albero di Manuel Mosquera
Le case circolari sull’albero di Manuel Mosquera
1 · 5
2 · 5
3 · 5
4 · 5
5 · 5
Max Siedentopf e l’impatto della tecnologia sulla quotidianità

Max Siedentopf e l’impatto della tecnologia sulla quotidianità

Giulia Guido · 3 settimane fa · Design

L’ultima volta che abbiamo parlato Max Siedentopf è stato prima del lockdown, quando l’artista e designer fece molto parlare di sé con il progetto How-To Survive A Deadly Global Virus, presentando una serie di mascherine alternative fatte con qualsiasi oggetto a disposizione, da una foglia di insalata al barattolo della Nutella. Forse ora non fa più tanto ridere. 

Adesso Max Siedentopf è tornato con un nuovo ed esilarante progetto dal titolo Mundane Machines, a cavallo tra scultura, design e fotografia. 

L’artista vuole porre l’attenzione su un tema sempre molto chiacchierato, quello della tecnologia, non solo legata allo smartphone, ma cercando di farci riflettere su come ogni singolo aspetto della nostra vita si sta digitalizzando e su come ogni giorno nuovi dispositivi sempre più intelligenti vengono realizzati. 

Da alcuni vengono definiti il futuro, scoperte straordinarie, ma Max Siedentopf ci tiene a farci notare come presto, senza neanche accorgercene, anche gli oggetti più banali della nostra quotidianità diventeranno delle macchine. In fondo, è quello che è già successo alle scarpe, alle automobili, alle sigarette e a molti altri oggetti. 

Max Siedentopf e l’impatto della tecnologia sulla quotidianità
Design
Max Siedentopf e l’impatto della tecnologia sulla quotidianità
Max Siedentopf e l’impatto della tecnologia sulla quotidianità
1 · 6
2 · 6
3 · 6
4 · 6
5 · 6
6 · 6
“Glass Mural”, il palazzo-tela di MVRDV

“Glass Mural”, il palazzo-tela di MVRDV

Emanuele D'Angelo · 3 settimane fa · Design

L’ultimo spettacolare progetto dello studio di design e architettura MVRDV si chiama “Glass Mural” e si trova a Detroit.

Il progetto di MVRDV è un edificio di 3.716 m2 diviso in tre blocchi con una bellissima terrazza dove poter ammirare lo skyline della città.
Ma la peculiarità di “Glass Mural” sta nel fatto che la pila di blocchi mobili diventa una vera e propria tela che ospiterà le opere degli street artist più promettenti di Detroit.

Il primo blocco dell’edificio è stato curato da DENIAL, mentre il secondo è stato commissionato a Sheefy McFly. Per poter stampare gli artwork degli artisti sulle facciate del palazzo sono state utilizzate tecniche di stampa digitale su ceramica. Una tecnica già utilizzata in passato dallo studio MVRDV, Glass Farm 2013, dove un’immagine di una tipica fattoria olandese è stata ingrandita e stampata all’esterno di un edificio in vetro nel cuore del villaggio di Schijndel, nei Paesi Bassi.

A differenza delle altre facciate in vetro, il terzo blocco sarà caratterizzato da una “finitura di facciata piatta” per creare una tela che sarà sempre mutevole.

Un progetto spettacolare che riesce a fondere street art e architettura e che rappresenta un vero e proprio trampolino di lancio per tutti gli artisti emergenti di Detroit.


“Glass Mural”, il palazzo-tela di MVRDV
Design
“Glass Mural”, il palazzo-tela di MVRDV
“Glass Mural”, il palazzo-tela di MVRDV
1 · 5
2 · 5
3 · 5
4 · 5
5 · 5