La potenza calmante di un progetto fotografico: Noodled

avatar
11 maggio 2017

La storia di due universi che hanno molto, fotograficamente parlando, da raccontare. Che poche volte si sono incontrati e molte lo faranno.

Una collaborazione a catturare la bellezza, ispirata dalla natura.
Noodled ne è il risultato. Un paragone, un parallelo.

I soggetti: i capelli e l’oceano. Tutto ciò che li riguarda e li accomuna iconograficamente parlando.

Dal direttore artistico Kimberly Norcott, i fotografi Paul Wetherell e Ben Budgen, dal parrucchiere James Pecis è nato un progetto “calmante”.

L’intento è quello dell’associazione. Acqua e onde poste al fianco di ritratti in bianco e nero di acconciature che richiamano nell’essenza la natura e ciò che più la concerne.

La volontà è chiara. La necessità, quella di far incontrare due universi che poche volte si sono sfiorati, pur avendo molto più di quanto si pensi in comune.

La potenza calmante di un progetto fotografico: Noodled | Collater.al
La potenza calmante di un progetto fotografico: Noodled | Collater.al
La potenza calmante di un progetto fotografico: Noodled | Collater.al
La potenza calmante di un progetto fotografico: Noodled | Collater.al
La potenza calmante di un progetto fotografico: Noodled | Collater.al
La potenza calmante di un progetto fotografico: Noodled | Collater.al

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share