Photography Oliver Mayhall, un fotografo elegante e surreale
Photographyphotographyportrait

Oliver Mayhall, un fotografo elegante e surreale

-
Federica Cimorelli

Per ridimensionare il mondo, a Oliver Mayhall non basta circoscrivere lo sguardo all’interno del mirino, i suoi scatti capovolgono letteralmente la realtà, annullano la forza di gravità e ne modificano le proporzioni. 

Con la fotografia, Oliver riesce a guardare la vita da una prospettiva diversa, scova ciò che passa inosservato a tutti e offre un quadro del mondo unico e stravagante.
I suoi scatti catturano gli aspetti quotidiani più curiosi e originali, sono ritratti astratti e indefiniti, mescolano l’ordine e ne cambiano le regole.

Il suo è un gioco ininterrotto di prospettive, effetti, dilatazioni e riduzioni, tagli e congiunzioni, luci e ombre. La sua fotografia è arte concettuale in bianco e nero.

Per Oliver Mayhall la sfida sembra essere quella di creare una realtà onirica, cercare la dimensione del sogno e indagare l’inconscio umano.
La sua è una fotografia precisa, elegante e ricercata che bilancia con maestria l’equilibrio tra natura e uomo.

Oliver ha studiato cinema documentario presso la Goldsmiths University di Londra. Il suo cortometraggio “Laundrette” approfondisce i pensieri, le paure, i sogni e le idiosincrasie dei clienti di una lavanderia a gettoni.

Guarda qui una selezione delle sue fotografie, seguilo su Instagram e visita il suo sito personale.

Articolo di Federica Cimorelli

Photographyphotographyportrait
Scritto da Federica Cimorelli
x
Ascolta su