Paris Fashion Week, dove la moda incontra l’arte

Durante la Paris Fashion Week gli stilisti hanno dato sfogo all’immaginazione creando location e installazioni da considerare delle vere opere d’arte.

avatar
25 Gennaio 2019

Oltre ai musei, ai bistrot, alla Tour Eiffel, alle escargot, Parigi è da sempre famosa nel mondo per la moda. Ogni anno si contende il primo posto con Milano e l’hype che si sviluppa intorno a eventi come la Fashion Week sprona gli stilisti e gli art director delle Maison a creare dei propri e veri show durante i quali presentare le nuove collezioni.

È da dieci giorni che nella capitale francese si sono riversati influencer, celeb ed esponenti del jet set prima per ammirare le creazioni delle linee uomo e, subito dopo, per scoprire le affascinanti opere d’arte della haute couture.

Noi vi presentiamo le location e le installazioni più sensazionali che hanno accompagnato le sfilate in questi giorni.

Off-White

Tra le sfilate uomo bisogna assolutamente menzionare quella di Off-White. Virgil Abolh è riuscito a ricreare uno scorcio di New York abbandonato, dove i ragazzi e i teenagers trascorrono i pomeriggi facendo evoluzioni con lo skate. Per riuscire a realizzare ciò sono state completamente coperte finestre e pareti con un enorme green screen sostituito poi, in video, con le immagini del quartiere newyorkese.

 

Louis Vuitton

Dopo Off-White, Virgil Abolh ha optato per un’altra ricostruzione cittadina per la sfilata di Louis Vuitton. Questa volta però l’art director della Maison si è ispirato al set del video musicale di Billie Jean, con la dichiarata intenzione di rendere omaggio al Re del Pop, Michael Jackson.

 

Vetements

Tra i corridoi della Grande Galerie de l’Evolution del Museo Nazionale di Storia Naturale ha avuto luogo la sfilata di Vetements. La collezione firmata da Demna Gvasalia è stata indossata da modelli non professionisti che si muovevano a ritmo di musica tecno, un connubio surreale e di grande effetto.

 

Dior Homme

L’ultima menzione per le sfilate uomo va a Dior, che ha fatto sfilare le proprie creazioni in una stanza buia con delle luci al neon bianche che delimitavano la passerella. Questa volta, i modelli non hanno dovuto muovere un dito, tutto il lavoro è stato affidato a un nastro trasportatore che tagliava la sala da parte a parte.

Paris Fashion Week | Collater.al

Dior

Se per la sfilata uomo la Maison Dior si è affidata alla tecnologia e alla modernità, per presentare la collezione haute couture non si è risparmiata, dando vita a uno degli scenari più affascinanti e retrò che possano esistere. Lo show ha avuto luogo in un vero e proprio tendone da circo realizzato ad hoc per l’occasione e al suo interno le modelle hanno camminato tra acrobati e saltimbanchi. Ancora una volta la Maison parigina è riuscita a dar vita a un mondo parallelo, fantastico e bellissimo.

Paris Fashion Week | Collater.al Paris Fashion Week | Collater.al

Chanel

Mentre a Parigi i primi fiocchi di neve iniziavano a scendere all’interno del Grand Palais, Karl Lagerfeld ha accolto i suoi ospiti in una classica villa italiana con giardino, piscina, scalinate bianca, durante una calda estate. A questo punto, dopo la spiaggia della scorsa stagione e la villa di questa, ci chiediamo quale scenario verrà ricreato per la prossima sfilata.

Paris Fashion Week | Collater.al Paris Fashion Week | Collater.al Paris Fashion Week | Collater.al Paris Fashion Week | Collater.al

Maison Margiela

Lo studio Margiela ha dato libero sfogo alla fantasia, gettando tutti gli elementi che hanno ispirato la collezione sui muri della sala che ha accolto la sfilata. Lo sfondo è diventato un mix colorato, dando alla stanza un’aria quasi allucinogena, sensazione aumentata dall’utilizzo di un enorme specchio posizionato sul pavimento che ha visivamente ribaltato la stanza.

Paris Fashion Week | Collater.al Paris Fashion Week | Collater.al

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share