Art Polly Nor racconta di tutti i nostri demoni
Artillustration

Polly Nor racconta di tutti i nostri demoni

-
Anna Frattini

Guardando le illustrazioni di Polly Nor ci sentiamo combattuti, a metà fra la curiosità e la repulsione. Una sensazione che siamo arrivati a provare molto di frequente negli ultimi anni. Eppure l’illustratrice inglese parla di qualcosa che ci appartiene: i nostri demoni. Il feed Instagram di Nor sembra raccontare molte storie, tutte legate da un fil rouge – una serie di personaggi inquietanti che non solo altro che le nostre paure e i nostri limiti. Di Polly Nor, poi, ne avevamo già parlato durante la pandemia quando ha fatto uscire “How Have You Been?”, il corto sul lockdown.

Il fulcro delle illustrazioni di Polly Nor sembra essere il rapporto conflittuale che abbiamo proprio con noi stessi; temi con l’accettazione nella nostra contemporaneità – fortemente influenzata da Internet – oppure la sessualità e la salute mentale. Seppur in modo ben poco glitterato, il lavoro di Polly Nor – come quello di molti altri illustratori – racconta attraverso soggetti e oggetti sicuramente poco affascinanti storie che finiscono sempre per farci riflettere. Assicurandoci scenari poco rassicuranti o scomodi mette in chiaro la forza dell’ambivalenza portandoci a volerci soffermare anche sulle illustrazioni più tristi o brutali, scrutandone ogni dettaglio.

Uno dei fili conduttori delle sue illustrazioni sono i demoni: quelli brutti da vedere e da affrontare che ci stanno attorno tutti i giorni. In mezzo agli altri, a letto o nella nostra fantasia. Sembra quindi significativo riportare una delle frasi scelte dell’illustratrice per la sua bio «I mainly draw women & their demons», poche parole che cercano di raccontare la miriade di disegni sul profilo Instagram di Polly Nor.

Artillustration
Scritto da Anna Frattini
x
Ascolta su