Il giardino invertito: l’incredibile installazione di Rebecca Louise Law

avatar
12 luglio 2018

Rebecca Louise Law, artista britannica, presenta la sua incredibile installazione Community: quando la natura crea legami.

Rebecca Louise Law, artista britannica, presenta la sua incredibile installazione Community: un giardino invertito composto da una cascata di materiali vegetali essiccati e freschi, che pendono dal soffitto. L’opera è in mostra presso il Toledo Museum of Art ; infatti l’artista ha utilizzato una serie di piante e fiori originari del nord-ovest dell’Ohio ed ha coinvolto il pubblico stesso assieme a dei volontari per creare il suo lavoro: il risultato è un’opera che tutti sentono un po’ propria e la creazione di una comunità.

L’installazione ha richiesto 1.800 ore di volontariato ed assistenza da parte dei membri della comunità per assemblare ghirlande di fiori e materiali vegetali. Non è la prima volta che l’artista crea delle splendide installazioni floreali ed ha alle spalle numerose esperienze, come quella del 2015 che trovate qui.

Il team TMA ha raccolto numerosi campioni di piante provenienti da 40 acri di terra che includono: foglie di pera e di quercia pressate,  gomma americana, fronde fertili della felce di struzzo, cappucci di ghiande di quercia a dente di sega, covette di carruba, coni di abete, pigne,  semi di miscanto, pampa, avena nordica ed ortensie annabelle.

Community è un’opera spettacolare e magica, che porta la gente ad avvicinarsi intrecciando piante e creando legami, umani.

Il giardino invertito- l'incredibile installazione di Rebecca Louise Law | Collater.al Il giardino invertito- l'incredibile installazione di Rebecca Louise Law | Collater.al 2 Il giardino invertito- l'incredibile installazione di Rebecca Louise Law | Collater.al 1 Il giardino invertito- l'incredibile installazione di Rebecca Louise Law | Collater.al 3 Il giardino invertito- l'incredibile installazione di Rebecca Louise Law | Collater.al 4

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share