Siam Discovery, il grande magazzino firmato Nendo

Siam Discovery, il grande magazzino firmato Nendo

Claudia Fuggetti · 4 mesi fa · Design

Il famoso studio di design giapponese Nendo, del quale abbiamo recentemente parlato qui, ha ultimato uno dei suoi più grandi progetti di sempre: Siam Discovery. Si tratta della ristrutturazione totale degli esterni e degli interni di un grande magazzino di Bangkok, in Thailandia.

Per l’occasione, allo studio è stato chiesto di realizzare una visione completamente originale per il nuovo complesso, dove 13 spazi a tema unico mirano a fornire un’esperienza di vita rivoluzionaria: l’open space non convenzionale Exploratorium è incentrato sul concetto di laboratorio, come ha rivelato Nendo:

“Piuttosto che classificare i prodotti per marchio, l’esperienza è organizzata intorno al tema del Lifestyle Laboratory. Ogni piano di vendita include attrezzature di laboratorio come bicchieri, fiaschi e provette e diagrammi di strutture molecolari, sequenze di DNA, microscopi, amebe, fumo e bolle”.

L’obiettivo è quello di incoraggiare i visitatori a scoprire e godere di un mix di gusti e stili di vita, ecco perché l’idea del laboratorio si articola in diverse varianti come lab digitale, di strada, creativo e ludico.

I 13 spazi a tema del negozio sono distribuiti su 40.000 metri quadrati e cinque piani. Anche se ognuno di questi è visivamente distinto l’uno dall’altro, un punto di somiglianza è che le finiture dei pavimenti, dei soffitti e delle vetrine sembrano fondersi l’una con l’altra.

“In questo modo, abbiamo voluto creare un’atmosfera in cui le persone possono sentirsi rilassate e sentirsi libere di avvicinarsi ai negozi”.

Nendo offre al visitatore un’esperienza unica che esplora a trecentosessanta gradi lo spazio del centro commerciale, trasformandola in lifestyle a tutto tondo…che sia lo shopping del futuro?

Siam Discovery, il grande magazzino firmato Nendo | Collater.al
Siam Discovery, il grande magazzino firmato Nendo | Collater.al
Siam Discovery, il grande magazzino firmato Nendo | Collater.al
Siam Discovery, il grande magazzino firmato Nendo | Collater.al
Siam Discovery, il grande magazzino firmato Nendo | Collater.al
Siam Discovery, il grande magazzino firmato Nendo | Collater.al
Siam Discovery, il grande magazzino firmato Nendo | Collater.al
Siam Discovery, il grande magazzino firmato Nendo | Collater.al
Siam Discovery, il grande magazzino firmato Nendo
Design
Siam Discovery, il grande magazzino firmato Nendo
Siam Discovery, il grande magazzino firmato Nendo
1 · 15
2 · 15
3 · 15
4 · 15
5 · 15
6 · 15
7 · 15
8 · 15
9 · 15
10 · 15
11 · 15
12 · 15
13 · 15
14 · 15
15 · 15
GalaXsea Project, il primo hotel orbitale di Eugeni Quitllet

GalaXsea Project, il primo hotel orbitale di Eugeni Quitllet

Claudia Fuggetti · 4 mesi fa · Design

No, questo non è un episodio di Capitan Harlock, ma è il frutto dell’immaginazione del designer Eugeni Quitllet e si chiama GalaXsea Project, la prima barca a vela spaziale stampata in 3D e a energia solare. Con questo progetto, il designer invita i creativi a ripensare il futuro della nostra specie non sulla Terra, ma nello spazio.

Il nome GalaXsea Project gioca con le parole galassia e mare ed è stato pensato come spazio che accoglie visitatori spaziali, artisti, scienziati e chiunque voglia pensare al futuro ed essere circondato dalla bellezza attraverso un’esperienza unica, che cambia la vita. Su questa barca a vela molto particolare il confine tra sogno e realtà si confonde, separando ciò che è possibile da ciò che è impossibile.

“È un progetto continuo che continua a crescere, con pezzi unici che si possono trovare solo lì, progettati nello spazio per una vita migliore sulla Terra”.

Il futuro è il punto di vista dell’artista che fa un passo indietro, alla ricerca del quadro più ampio della realtà e dell’immaginazione: GalaXsea Project è nato dall’utilizzo del metodo di stampa 3D, dove il designer ha imitato lo stesso processo che la natura utilizza per creare esoscheletri e altre strutture come favi, lumache e conchiglie.

Non ti resta che guardare il video qui sotto:

GalaXsea Project, il primo hotel orbitale di Eugeni Quitllet
Design
GalaXsea Project, il primo hotel orbitale di Eugeni Quitllet
GalaXsea Project, il primo hotel orbitale di Eugeni Quitllet
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8
Top Tower, a Praga un grattacielo ingloba lo scheletro di una nave

Top Tower, a Praga un grattacielo ingloba lo scheletro di una nave

Giulia Guido · 4 mesi fa · Design

Brno, la città della Repubblica Ceca conosciuta per l’architettura e gli edifici modernisti, potrebbe presto perdere il primato come città ceca con l’edifico più alto. Ebbene sì, perché lo scultore David Černý e l’architetto Tomáš Císař dello studio Black n’ Arch hanno reso pubblico il progetto della Top Tower, un edifico che arriverebbe a 135 metri d’altezza e che dovrebbe essere costruito a Praga

Questo grattacielo differisce dagli altri che, ormai, sorgono in svariate città del mondo perché includerebbe nella sua struttura uno scheletro di una nave cisterna. Avete capito bene, la struttura rossa della nave uscirebbe dall’acqua per essere appoggiata verticalmente  su un lato dell’edificio. 

Con il passare del tempo, lo scheletro della nave dovrebbe coprirsi interamente di piante, facendo sembrare l’edificio una sorta di scena post apocalittica. Inoltre, questa struttura ospiterà al suo interno degli ascensori che permetteranno di arrivare fino in cima e godersi tutto il panorama dalla città sottostante. 

La presentazione del progetto della Top Tower è stata accompagnata dalla proiezione di un video che evidenzia i pericoli del cambiamento climatico e, in qualche modo, l’edifico diventa il simbolo dell’uomo che si fa piccolo di fronte alla forza e alla potenza della natura. 

Top Tower Black n Arch | Collater.al
Top Tower Black n Arch | Collater.al
Top Tower Black n Arch | Collater.al
Top Tower Black n Arch | Collater.al
Top Tower Black n Arch | Collater.al
Top Tower Black n Arch | Collater.al
Top Tower Black n Arch | Collater.al
Top Tower Black n Arch | Collater.al
Top Tower Black n Arch | Collater.al
Top Tower Black n Arch | Collater.al
Top Tower Black n Arch | Collater.al
Top Tower, a Praga un grattacielo ingloba lo scheletro di una nave
Design
Top Tower, a Praga un grattacielo ingloba lo scheletro di una nave
Top Tower, a Praga un grattacielo ingloba lo scheletro di una nave
1 · 12
2 · 12
3 · 12
4 · 12
5 · 12
6 · 12
7 · 12
8 · 12
9 · 12
10 · 12
11 · 12
12 · 12
Bert, la casa modulare a forma di albero

Bert, la casa modulare a forma di albero

Giulia Guido · 4 mesi fa · Design

Chris Precht e sua moglie Fei sono i fondatori dello studio di architettura Precht che segue una filosofia controcorrente, tentando di proporre dei progetti alternativi alla moderna architettura che ha reso le città del mondo tutte uguali e che punta stupire con enormi grattacieli di vetro, cemento e acciaio. Il progetto che rappresenta al meglio il loro pensiero è quello di Bert, una casa modulare che più che essere una casa sull’albero è una casa a forma di albero

Ebbene sì, grazie alla collaborazione con Baumbam, una start-up specializzata nella costruzione di piccole case e case sull’albero è stato possibile realizzare una struttura in legno a pianta circolare coperta da tegole a foglia dai toni del marrone chiaro che ricorda un tronco d’albero. 

Essendo composta da diversi moduli costruiti singolarmente e assemblati solo sul posto, Bert, oltre può essere costruita in qualsiasi parte del mondo e in qualsiasi condizione, può diventare da casa unifamiliare a condominio, fino a diventare dei veri e propri complessi residenziali. 

Alla base di questo tipo di abitazione c’è un aspetto ludico che spesso manca in molti progetti e al posto di ispirarsi alle forme dell’arte classica, Chris e Fei hanno preso come punto di riferimento i cartoni animati come Sesamo apriti. 

“Sappiamo che edifici come Bert non sono la strada da percorrere per una produzione su larga scala, ma penso che come industria, dobbiamo osare di più, provare di più e sperimentare di più verso un futuro più diversificato delle nostre città”.

Precht Bert | Collater.al
Precht Bert | Collater.al
Precht Bert | Collater.al
Precht Bert | Collater.al
Precht Bert | Collater.al
Precht Bert | Collater.al
Precht Bert | Collater.al
Precht Bert | Collater.al
Precht Bert | Collater.al
Precht Bert | Collater.al
Bert, la casa modulare a forma di albero
Design
Bert, la casa modulare a forma di albero
Bert, la casa modulare a forma di albero
1 · 12
2 · 12
3 · 12
4 · 12
5 · 12
6 · 12
7 · 12
8 · 12
9 · 12
10 · 12
11 · 12
12 · 12
Gyu Han Lee trasforma scatole da scarpe in mobili

Gyu Han Lee trasforma scatole da scarpe in mobili

Giulia Guido · 4 mesi fa · Design

Presso lo 003archive di Seoul, fino al 6 ottobre, saranno esposte le opere realizzate dall’artista Gyu Han Lee che uniscono il product design con il mondo dello streetwear. La mostra si intitola ON MY SEAT e mostrerà al pubblico una collezione di mobili formata da diversi tipi di sedute, un tavolino e una panchina, tutti interamente costruiti assemblando scatole da scarpe.

Sebbene tutti i pezzi sembrino realizzati solamente con le scatole, sotto di esse si nasconde una struttura in compensato, permettendo a questi mobili di essere realmente utilizzati.  

Ma anche l’occhio vuole la sua parte, quindi le scatole scelte da Gyu Han Lee sono di scarpe Nike. Il risultato finale potrebbe sembrare una vera e propria linea firmata dal marchio dello Swoosh, e invece è solo il frutto dell’idea di un appassionato di design di mobili. 

Scoprite i lavori di Gyu Han Lee nella nostra gallery! 

Gyu Han Lee | Collater.al
Gyu Han Lee | Collater.al
Gyu Han Lee | Collater.al
Gyu Han Lee | Collater.al
Gyu Han Lee | Collater.al
Gyu Han Lee | Collater.al
Gyu Han Lee | Collater.al
Gyu Han Lee | Collater.al
Gyu Han Lee | Collater.al
Gyu Han Lee | Collater.al
Gyu Han Lee | Collater.al
Gyu Han Lee | Collater.al
Gyu Han Lee | Collater.al
Gyu Han Lee | Collater.al
Gyu Han Lee | Collater.al
Gyu Han Lee | Collater.al
Gyu Han Lee trasforma scatole da scarpe in mobili
Design
Gyu Han Lee trasforma scatole da scarpe in mobili
Gyu Han Lee trasforma scatole da scarpe in mobili
1 · 16
2 · 16
3 · 16
4 · 16
5 · 16
6 · 16
7 · 16
8 · 16
9 · 16
10 · 16
11 · 16
12 · 16
13 · 16
14 · 16
15 · 16
16 · 16