Photography SLANT, il progetto fotografico di Aaron Schuman
Photographyphotography

SLANT, il progetto fotografico di Aaron Schuman

-
Giulia Guido

Il fotografo, scrittore e curatore americano Aaron Schuman è nato ad Amherst, una piccola cittadina del Massachusetts, la stessa piccola cittadina che il 10 dicembre del 1830 diede i natali a Emily Dickinson. 

È proprio a lei, ma anche alla stessa Amherst che Aaron rende omaggio nella sua ultima serie fotografica SLANT. L’intero progetto nasce dalla sezione “Rapporti di polizia” presente sul giornale locale Amherst Bulletin, una raccolta settimanale di crimini o anche solo avvenimenti sospetti avvenuti in città. Nel 2014, il fotografo ha iniziato a ritagliare questi trafiletti e conservarli, senza ancora avere in mente un’idea sul come usarli. 

Solo in un secondo momento, dopo aver scattato una serie di fotografie realizzate per le strade nei dintorni di Amherst, gli venne l’idea di accompagnare le immagini con i rapporti della polizia, dando vita a un’associazione di elementi con qualcosa in comune, ma non perfettamente combaciabili, proprio come le famose rime imperfette o rime oblique di Emily Dickinson. 

Le rime imperfette, o slant rhyme, sono formate da parole che suonano allo stesso modo. Queste assonanze, poi, possono legare sia due parole, ma anche parola e immagine; è la stessa Dickinson a dirlo nella poesia Dì tutta la verità ma dilla obliqua.

Dì tutta la verità ma dilla obliqua —
Il successo sta in un Circuito
Troppo brillante per la nostra malferma Delizia
La superba sorpresa della Verità
Come un Fulmine ai Bambini chiarito
Con tenere spiegazioni
La Verità deve abbagliare gradualmente
O tutti sarebbero ciechi —

Tell all the truth but tell it slant —
Success in Circuit lies
Too bright for our infirm Delight
The Truth’s superb surprise
As Lightning to the Children eased
With explanation kind
The Truth must dazzle gradually
Or every man be blind —

Allo stesso modo della Dickinson, Aaron Schuman ha dato vita un legame talmente profondo tra immagine e testo da creare un intero racconto che si compone di fatti di cronaca di Amherst e fotografie di Amherst, ma ben lontano dalla vera storia di Amherst. 

Il risultato finale, pubblicato nel libro SLANT, inizia con l’essere un reportage di una cittadina come tante, ma finisce per essere una riflessione sulle migliaia di notizie false da cui siamo circondati ogni giorno.  

Photographyphotography
Scritto da Giulia Guido
x
Ascolta su