Questi sono i video più belli della settimana

Questi sono i video più belli della settimana

Claudia Maddaluno · 1 anno fa · Music

Jamila Woods – BALDWIN

Nel nuovo video di Jamila Woods succedono delle cose stupende tipo che i muri si possono attraversare con dei carrelli della spesa, o che dagli applausi vengono fuori dei piccoli fuochi d’artificio.
La clip, infatti, è ispirata a Harry Potter e immagina la scuola magica di Hogwarts come un’oasi culturale per i giovani studenti neri di Chicago.

Joy Crookes – Hurts 

Il video di Hurts si apre con una seduta spiritica e un tuono che non lascia presagire nulla di buono. Nonostante questo, la voce di Joy Crookes sa essere così rassicurante che non abbiamo paura nemmeno per un attimo – nemmeno quando distrugge bambole di porcellana e fasci di rose con una mazza da baseball. Il video, dice, è ispirato a Nights di Frank Ocean e alla frase in cui dice “Did you call me from a seance? You are from a past life.”

See Maw – Basta feste

Chiaramente questa è l’ultima cosa che vorresti sentirti dire di venerdì. Però il video è simpa, dai.

LA NIÑA – CROCE

Un addio non detto pesa come una croce. A portarla sulla schiena è LA NIÑA che, in una solitaria e solenne via crucis, sputa in lingua napoletana tutti i suoi tormenti.
Ascoltali e prega per lei.

Tierra Whack – CLONES

Anche se qui ce ne sono centomila, lei è UNICA.

boy pablo & Jimi Somewhere – Never Cared

Last summer Fabio invited a bunch of friends to come hang out at his house outside of Bergen. There weren’t any instruments except for my guitar but Fabio found this toy Casio keyboard that he had since he was a kid so we started to play around with that. I [Pablo] locked down the chords quick on the keyboard and started working on the beat with [frequent Jimi Somewhere producer] Milo, while Jimi already had the hook melody ready. Everything fell together very fast and organic. The track was finished by the end of the weekend. We even shot the video that same day with the Also Known As crew who do a lot of our tour photography. It’s just one of those moments that came together to make something special“.

J. Balvin, Bad Bunny – QUE PRETENDES

Qualcuno avrebbe detto “Safari dentro la mia testa”, che qui è tutto un trionfo di pattern animalier e teste rasate a zebra. D’altronde parliamo del nuovo video di J. Balvin e Bad Bunny (che hanno appena pubblicato un album insieme): QUE PRETENDES?

ScHoolboy Q – Dangerous (feat Kid Cudi)

Un video crudo che ci lascia una frase per riflettere:
An eye for an eye leaves the whole world blind

Idles: NPR Music Tiny Desk Concert

Gli Idles spaccano tutto.

Friendly Fires – Silhouettes

Ondeggiamo come i fiori in questo visual glitchato al ritmo di questa super hit estiva.

Questi sono i video più belli della settimana
Music
Questi sono i video più belli della settimana
Questi sono i video più belli della settimana
1 · 1
Sand Creatures, il progetto fotografico di Claire Droppert

Sand Creatures, il progetto fotografico di Claire Droppert

Giulia Guido · 2 settimane fa · Photography

Avete presente quando guardando una nuvola riconoscete nella sua forma quella di un animale, o di un oggetto? E spesso scoprite che chi vi sta accanto ci vede esattamente l’opposto di ciò che vedete voi? Claire Droppert gioca con la sua e la nostra capacità di vedere gli elementi della natura in modo diverso con la sua serie fotografica “Sand Creatures”. 

Informandomi e scoprendo l’arte di Claire, la cosa che mi è saltata maggiormente all’occhio è stata la frase nella Bio del suo profilo Instagram “Dutch Photographer capturing Sounds of Silence”. Fotografare il rumore del silenzio mi è sembrato all’inizio un obiettivo ambizioso, poi mi è bastato scorrere un po’ la galleria per capire che non poteva esserci frase più adatta per descrivere il suo stile. 

Tra i suoi lavori, oggi vi presentiamo “Sand Creatures”, cominciato con una prima parte nel 2014 e continuato con una seconda l’anno scorso. Gli scatti di questa serie sono stati realizzati da Claire sulle bianche spiagge olandesi e mostrano nuvole di sabbia catturate a mezz’aria, tra il blu del cielo e il bianco della spiaggia. 
La sabbia lanciata in aria crea forme che sembrano prendere vita, diventando appunto delle vere e proprie creature di sabbia

“Sand Creatures” fa parte di un progetto più ampio chiamato “Gravity” che esplora diversi elementi della natura, tutti catturati a mezz’aria, come se vivessero in un mondo senza gravità.
Noi abbiamo selezionato solo alcuni scatti di Claire Droppert, ma per scoprirne di più visita il suo sito e per non perderti nessun nuovo lavoro seguila su Instagram

Sand Creatures, il progetto fotografico di Claire Droppert
Photography
Sand Creatures, il progetto fotografico di Claire Droppert
Sand Creatures, il progetto fotografico di Claire Droppert
1 · 11
2 · 11
3 · 11
4 · 11
5 · 11
6 · 11
7 · 11
8 · 11
9 · 11
10 · 11
11 · 11
Cinematography – Dune

Cinematography – Dune

Giordana Bonanno · 2 settimane fa · Photography

Oggi parleremo di un capolavoro d’azione e fantascienza non ancora presentato al cinema, ma uno dei pochi che non ha posticipato la data di uscita a causa della pandemia; la Warner Bros ha infatti ritardato la proiezione di un paio dei suoi film come Wonder Woman 1984 (2020), In the Heights (2020), Godzilla vs. Kong (2021) e The Batman (2021). Qualche giorno fa, il 9 settembre, è apparso finalmente il primo trailer ufficiale che conferma l’uscita di Dune per il 18 dicembre.

Il film di Warner Bros, Pictures e Legendary Pictures è diretto dal candidato all’Oscar Denis Villeneuve e non è altro che l’adattamento per il grande schermo dell’omonimo celebre best seller di Frank Herbert.

“Dune” è un’avventura epica ricca di emozioni che narra la storia di Paul Atreides, un giovane brillante nato con un grande destino, che dovrà viaggiare verso il pianeta più pericoloso dell’universo per assicurare un futuro alla sua famiglia e alla sua gente.

Epico è anche il cast, si parla di Timothée Chalamet, Rebecca Ferguson, Oscar Isaac, Zendaya, Jason Momoa, il premio Oscar Javier Bardem e molti altri ancora.

Per questa occasione Villeneuve ha collaborato per la prima volta con il direttore della fotografia Greig Fraser (“Lion”, “Zero Dark Thirty”, “Rogue One: A Star Wars Story”) registrando le riprese tra i paesaggi dell’Ungheria e della Giordania, luoghi familiari anche al fotografo francese Clément Chapillon

“Promise me a Land” è il nome della sua serie fotografica che offre una visione nuova e originale di Israele e della Palestina in cui, al centro della ricerca artistica non c’è la situazione politica e le tensioni, ma lo stretto legame che si è creato tra le persone e la terra in cui vivono, indipendentemente dal loro credo e dalla loro nazionalità. 

Questa volta il confronto tra le due espressioni artistiche è focalizzato sui paesaggi, i colori e le sensazioni che avvolgono lo schermo. E in attesa dell’arrivo al cinema di Dune, vi diamo un’anteprima nella gallery qui sotto! 

Lo sapevi che: Denis Villeneuve ha confermato che il suo adattamento di Dune sarà diviso in due film per garantire che la storia originale sia “conservata e non tagliata in un milione di pezzi”.

Genere: Avventura, fantascienza
Regista: Denis Villeneuve
Direttore della fotografia: Greig Fraser
Scrittori: Frank Herbert, Jon Spaihts
Cast: Rebecca Ferguson, Zendaya, Jason Momoa

Cinematography – Dune
Photography
Cinematography – Dune
Cinematography – Dune
1 · 11
2 · 11
3 · 11
4 · 11
5 · 11
6 · 11
7 · 11
8 · 11
9 · 11
10 · 11
11 · 11
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

Giulia Guido · 2 settimane fa · Photography

Ogni giorno, sul nostro profilo Instagram, vi chiediamo di condividere con noi le vostre immagini e fotografie più belle. 
Per la raccolta InstHunt di questa settimana abbiamo selezionato le vostre 10 migliori proposte: @jupiterinfish, @blogridethewaves, @sara_sabatino, @holybipolar, @deri___, @annalisa_pautelli, @_gary0104, @thepost.o, @il_bianconiglio, @misterdrinkwine_portraits.

Tagga @collateral.photo per essere selezionato e pubblicato nel prossimo numero di InstHunt.

View this post on Instagram

Lost in me

A post shared by Sara Sabatino (@sara_sabatino) on

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
Photography
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
1 · 1
“Bodies, landscapes and desire”, la fotografia di Emma Hartvig

“Bodies, landscapes and desire”, la fotografia di Emma Hartvig

Giulia Guido · 1 settimana fa · Photography

Un corpo non è solamente un corpo, è una forma perfetta, è una scultura in grado di muoversi e mutare e questo la fotografa svedese Emma Hartvig lo sa bene. Nei suoi lavori l’elemento umano non manca mai, ma ciò che la differenzia da molti altri colleghi è il suo approccio al soggetto. I corpi nudi sono trattati come vere opere d’arte, catturati in posizioni che permettono di apprezzarne le forme e le linee, come se fossero dei paesaggi. 

Questi ultimi rappresentano un altro soggetto ricorrente nella fotografia di Emma Hartvig, l’elemento naturale è spesso affiancato da quello umano, come nella serie fotografica “Bodies, landscapes and desire”.

Emma Hartvig ci propone una serie di scatti delicati e intimi che riescono a creare una relazione tra i luoghi, dalle foreste alle scogliere concentrandosi sulle forme degli alberi, delle rocce, del paesaggio, e i corpi. 

Si tratta di scatti tranquilli, in cui domina la quiete e nei quali ci immergiamo silenziosamente. 

Per scoprire gli altri lavori di Emma Hartvig visita il suo sito e il suo profilo Instagram

“Bodies, landscapes and desire”, la fotografia di Emma Hartvig
Photography
“Bodies, landscapes and desire”, la fotografia di Emma Hartvig
“Bodies, landscapes and desire”, la fotografia di Emma Hartvig
1 · 13
2 · 13
3 · 13
4 · 13
5 · 13
6 · 13
7 · 13
8 · 13
9 · 13
10 · 13
11 · 13
12 · 13
13 · 13
Altri articoli che consigliamo