Seguici sui nostri canali

Iscriviti alla newsletter di Collater.al
Rimani aggiornato con le ultime news
eng

“Anywhere Can Happen”, un corto che ci porta in un’altra realtà

La nostra immaginazione è in grado di portarci su pianeti sconosciuti, ci fa fantasticare sulla realtà e ci permette di dare vita a a mondi fuori dal normale. Mescolare sogno e illusione per creare nuovi paesaggi è inoltre un buon allenamento per affrontare ogni giorno con più leggerezza e secondo noi dovrebbe essere un esercizio quotidiano.
Fernando Livschitz, regista argentino e fondatore della casa di produzione Black Sheep Films, sembra trovarsi in sintonia con le nostre parole e il suo nuovo cortometraggio “Anywhere Can Happen” ce lo conferma più di ogni altra cosa.

Fernando Livschitz è un maestro della manipolazione delle immagini capace di creare ambienti surreali e di accostare elementi contrastanti. Lavorando giocosamente con il Realismo Magico ci mostra la sua visione del mondo, una prospettiva che è antitesi della realtà e che aggiunge sorpresa, spirito e surrealismo a ciò che siamo abituati a vedere sempre. 

Anywhere Can Happen” è un universo inquietante e affascinante di montagne russe galattiche, treni che viaggiano oltre ogni dimensione e prospettive trasformate. Sulle note della cover dei Reuben and the Dark di What a Wonderful World di Louis Armstrong, questo cortometraggio mostra lo straordinario come qualcosa di ordinario e comune e approfondisce la realtà attraverso la meraviglia che racchiude. 

Guardalo qui, buona visione.

“Anywhere Can Happen”, un corto che ci porta in un’altra realtà
Close