“Balance”: immergersi per ritrovare sé stessi

“Prendi il respiro e vai giù. Sarai tu davanti al vero te stesso”.

In questo periodo non semplice per tutti noi, la società di produzione londinese Cheekyfire, ha voluto condividere alcune storie sulla salute mentale e sugli strumenti che la gente usa per trovare la calma.
Nella speranza che questa storia possa essere d’esempio e aiutare gli altri a trovare la loro confort zone.

In questo speciale corto intitolato “Balance” si racconta la vita di Arnaud, un sub che riesce a trovare il suo equilibrio solo quando si trova sott’acqua.
“Quando mi trovo in un clima aziendale fatto di continue tensioni, ho sempre sentito di avere bisogno di qualcosa che mi mettesse a mio agio. L’apnea, il mare, mi danno l’equilibrio di cui ho disperatamente bisogno. Sbuccia tutto fino all’essenza, tutto il rumore di fondo scompare”.

Un corto emozionante, girato quasi interamente sott’acqua, un esempio, un modello da seguire per ritrovare quell’equilibrio che a volte ci manca e che spesso non sappiamo più come raggiungere.

“Balance”: immergersi per ritrovare sé stessi
Close