Seguici sui nostri canali

Iscriviti alla newsletter di Collater.al
Rimani aggiornato con le ultime news
eng

Récit de soi, un corto sull’identità di genere non-binary

Educare riguardo all’identità, alla diversità e alla sessualità è molto importante, soprattutto nel 21esimo secolo. E spesso i film offrono una grande opportunità per farlo.
Per Lou ad esempio, la persona protagonista di Récit de soi, il cortometraggio animato di Géraldine Charpentier, è stato Tomboy di Céline Sciamma ad aprire le porte alla sua rappresentazione.
Per noi la storia di Lou può diventare ugualmente un esempio da cui imparare, perché offre uno sguardo sulle rappresentazioni non-binarie ed è un invito a unirsi a un viaggio poi non così raro.

Récit de soi racconta l’infanzia e l’adolescenza di Lou, la scoperta della sua identità di genere, le difficoltà riguardo l’abbigliamento, il ciclo mestruale e le etichette imposte dagli altri.
Quello di Géraldine Charpentier è un cortometraggio semplice e importante che intrattiene e illumina, un film educativo e coinvolgente che rappresenta prospettive non largamente visibili e rappresentate. Guardarlo può aiutare tutti a sentirsi meno soli ed isolati o semplicemente a riflettere o conoscere una questione importante.

Guardalo qui.

 

– Guarda anche: “Women Walking” mostra la realtà dell’essere donna

Récit de soi, un corto sull’identità di genere non-binary
Close