“Rest in Peace”, un corto sull’arte della politica di nascondere i problemi

-
Giulia Guido

La critica alla politica non deve essere per forze feroce e violenta. Può anche essere fatta attraverso un corto animato. È esattamente quello che hanno pensato Deborah Balboa, Karien Benz,  Kai-Hsun Chan,  Aparna Hegde, Yuk Yan Tsoi, i cinque studenti della scuola Gobelins che hanno realizzato il corto “Rest in Peace” come progetto di laurea. 

La storia è ambientata in un paesino dove tutti i cittadini sono felici, dove non ci sono problemi e il governatore è amato.
Apparentemente non ci sono problemi.
Apparentemente. 

I cinque giovani autori hanno voluto criticare alcuni aspetti della politica, prendendo ispirazione dalle situazione dei loro paesi di origine: India, Taiwan, Messico, Sud Africa e Hong Kong. 

 

 

Scritto da Giulia Guido
x
Ascolta su