Seguici sui nostri canali

Iscriviti alla newsletter di Collater.al
Rimani aggiornato con le ultime news
eng

“THE END”, un ipnotico e ammaliante tributo al cinema

Nel 2020, il mondo si è fermato e così anche il cinema. Con le sale chiuse e le produzioni interrotte abbiamo avuto il tempo e l’occasione per riguardare i nostri film preferiti, recuperare i grandi titoli persi e semplicemente attendere le riaperture.
In questo periodo di blocco, il regista francese Fabrice Mathieu ne ha approfittato per creare un nuovo cortometraggio. Il suo film si intitola “THE END” ed è un bellissimo omaggio al cinema classico e moderno.

THE END” è un’opera narrativa sperimentale in bianco e nero e a colori, realizzata con oltre 500 gif di film esistenti, dal cinema muto ad oggi. Le scene selezionate provengono da centinaia di film diversi e, messe le une accanto alle altre, permettono di scovare i riferimenti e le influenze della storia del cinema di tutti i tempi. Temi ricorrenti, formati analoghi e inquadrature simili, sulle note di “My Fault?” di Ennio Morricone, offrono allo spettatore un viaggio ipnotico e ammaliante e gli permettono di immergersi totalmente nella settima arte. 

Nosferatu, Il padrino, Léon, Taxi Driver, Inception, Shining, Il grande Lebowski, Forrest Gump, Edward Scissorhands, Grand Budapest Hotel, Pulp Fiction e Fight Club sono solo alcuni dei film menzionati in questo corto. Voi riuscite a riconoscerli tutti?

“THE END”, un ipnotico e ammaliante tributo al cinema
Close