Short video for Breakfast – Absence, in un mondo surreale l’assenza fortifica il cuore

Short video for Breakfast – Absence, in un mondo surreale l’assenza fortifica il cuore

Giulia Guido · 10 mesi fa · Art

Il video Absence, firmato dall’animator, Alex Goddard è a metà tra un esercizio creativo, un video sperimentale e una poesia illustrata. Tutto ha inizio con la frase “Absence makes the heart grow fonder” e poi, mentre la voce narrante continua a decantare una poesia in rima con essa, le immagini seguono le parole.

Ma come ben sappiamo, a volte per fare una rima bisogna sacrificare la realtà, e quindi veniamo accompagnati in un mondo che si fa sempre più surreale, dove l’unica cosa che rimane sembra essere un profondo senso di solitudine, di mancanza.

Ciò che ci vuole trasmettere Alex è sì un pesante senso di smarrimento e tristezza, ma senza dimenticare che è nei periodi di assenza che il cuore si fortifica.

Absence Alex Goddard | Collater.al Absence Alex Goddard | Collater.al Absence Alex Goddard | Collater.al Absence Alex Goddard | Collater.al Absence Alex Goddard | Collater.al

Short video for Breakfast – Absence, in un mondo surreale l’assenza fortifica il cuore
Art
Short video for Breakfast – Absence, in un mondo surreale l’assenza fortifica il cuore
Short video for Breakfast – Absence, in un mondo surreale l’assenza fortifica il cuore
1 · 5
2 · 5
3 · 5
4 · 5
5 · 5
Don’t Forget to Breathe, l’ipnotica installazione di Doug Aitken

Don’t Forget to Breathe, l’ipnotica installazione di Doug Aitken

Claudia Fuggetti · 10 mesi fa · Art

Doug Aitken continua a stupire con un’altra incredibile installazione, si tratta dell’ipnotica Don’t Forget to Breathe. Avevamo lasciato l’artista in Svizzera, dove aveva realizzato la spettacolare casa fatta di specchi Mirage Gstaad, ora lo ritroviamo nella soleggiata California per il lancio della nuova opera site-specific, creata in collaborazione con RYOT, società di media specializzata nella produzione di prodotti in realtà virtuale e realtà aumentata.

L’installazione presenta tre figure umane create utilizzando la resina opacizzata ed illuminate attraverso dei LED programmati, sincronizzati con componenti audio che vanno a corredare l’opera multisensoriale. Come ha voluto mettere in luce RYOT in una recente dichiarazione:

“L’assenza di loghi commerciali, beni e consumatori rende questo negozio vuoto, ossessivo e minimale. Un ricordo del passato “.

Don’t Forget to Breathe sarà in mostra dall’8 al 17 febbraio presso il 6775 Santa Monica Boulevard di Los Angeles.

Don't Forget to Breathe, l'ipnotica installazione di Doug Aitken | Collater.al Don't Forget to Breathe, l'ipnotica installazione di Doug Aitken | Collater.al Don't Forget to Breathe, l'ipnotica installazione di Doug Aitken | Collater.al Don't Forget to Breathe, l'ipnotica installazione di Doug Aitken | Collater.alDon't Forget to Breathe, l'ipnotica installazione di Doug Aitken | Collater.al Don't Forget to Breathe, l'ipnotica installazione di Doug Aitken | Collater.al

Don’t Forget to Breathe, l’ipnotica installazione di Doug Aitken
Art
Don’t Forget to Breathe, l’ipnotica installazione di Doug Aitken
Don’t Forget to Breathe, l’ipnotica installazione di Doug Aitken
1 · 7
2 · 7
3 · 7
4 · 7
5 · 7
6 · 7
7 · 7
Laura Callaghan illustra l’evoluzione dello street style

Laura Callaghan illustra l’evoluzione dello street style

Claudia Fuggetti · 10 mesi fa · Art

Laura Callaghan è un‘illustratrice irlandese che racconta le donne attraverso storie fatte di colori, atmosfere e moda. Tutte le sue tavole presentano una ricerca ossessiva per quanto riguarda gli accostamenti cromatici, la fisionomia di ogni personaggio femminile e lo styling più appropriato in base al contesto-sfondo.

Il suo sguardo attento ripercorre le varie tappe dello street style con una predilezione nei confronti degli anni ’80 e ’90; ciò è paradossale considerando che inizialmente l’artista aveva paura di usare troppo il colore, mentre ora è diventato l’elemento chiave delle sue composizioni che vengono concepite appositamente per esaltarlo. Come racconta l’artista:

“Sometimes you need to put together the ugliest color combinations to see what works”.

La sperimentazione di accostamenti inusuali rende le creazioni di Laura ancora più interessanti e le trasforma nel racconto della storia dello stile e della femminilità. Anche quando i suoi personaggi si trovano in abitazioni o luoghi che non si riferiscono al mondo street, riescono sempre a risultare dal mood underground e metropolitano.

Scopri di più sul suo profilo Instagram, che trovi qui.

 Laura Callaghan realizza illustrazioni dal mood anni '80 e '90 | Collater.al  Laura Callaghan realizza illustrazioni dal mood anni '80 e '90 | Collater.al Laura Callaghan realizza illustrazioni dal mood anni '80 e '90 | Collater.al   Laura Callaghan realizza illustrazioni dal mood anni '80 e '90 | Collater.al   Laura Callaghan realizza illustrazioni dal mood anni '80 e '90 | Collater.al  Laura Callaghan realizza illustrazioni dal mood anni '80 e '90 | Collater.al  Laura Callaghan realizza illustrazioni dal mood anni '80 e '90 | Collater.al  Laura Callaghan realizza illustrazioni dal mood anni '80 e '90 | Collater.al  Laura Callaghan realizza illustrazioni dal mood anni '80 e '90 | Collater.al  Laura Callaghan realizza illustrazioni dal mood anni '80 e '90 | Collater.al  Laura Callaghan realizza illustrazioni dal mood anni '80 e '90 | Collater.al  Laura Callaghan realizza illustrazioni dal mood anni '80 e '90 | Collater.al Laura Callaghan realizza illustrazioni dal mood anni '80 e '90 | Collater.al

Laura Callaghan illustra l’evoluzione dello street style
Art
Laura Callaghan illustra l’evoluzione dello street style
Laura Callaghan illustra l’evoluzione dello street style
1 · 13
2 · 13
3 · 13
4 · 13
5 · 13
6 · 13
7 · 13
8 · 13
9 · 13
10 · 13
11 · 13
12 · 13
13 · 13
Hongi – The breath of life, la nuova opera di Millo a Whangarei

Hongi – The breath of life, la nuova opera di Millo a Whangarei

Claudia Fuggetti · 10 mesi fa · Art

A pochi giorni di distanza da Future, il murales di Millo che portava l’arte nelle baraccopoli, l’artista ha pubblicato sul suo profilo Instagram la foto di Hongi – The breath of life, ultimo lavoro realizzato a Whangarei in Nuova Zelanda. Nell’opera vediamo un ragazzo e una ragazza sfiorarsi contemporaneamente con il naso e la fronte: si tratta di Hongi, il tradizionale saluto Maori.

Durante il saluto, il respiro vitale (nella lingua locale chiamato “ha”) viene scambiato e mescolato, diventando qualcosa di più di un semplice gesto formale, ovvero un simbolo di condivisione spirituale da parte di entrambe le anime dei protagonisti. Come spiega Millo su Instagram:

“Attraverso lo scambio di questo atto fisico, il visitatore non è più considerato “manuhiri” ma piuttosto “tangata whenua”, ovvero uno degli abitanti di questa terra”.

L’opera è efficace ed esprime molto bene il concetto di scambio, rafforzato dalla scia blu che abbraccia i due protagonisti che non vedono il mondo circostante e nemmeno i loro rispettivi corpi, ma sentono l’anima dell’altro fondersi in qualcosa di più grande.

Hongi - The breath of life, la nuova opera di Millo a Whangarei | Collater.al Hongi - The breath of life, la nuova opera di Millo a Whangarei | Collater.al

Hongi – The breath of life, la nuova opera di Millo a Whangarei
Art
Hongi – The breath of life, la nuova opera di Millo a Whangarei
Hongi – The breath of life, la nuova opera di Millo a Whangarei
1 · 2
2 · 2
Pokeeeeeeeoh e l’affascinante arte dell’hand poke

Pokeeeeeeeoh e l’affascinante arte dell’hand poke

Giulia Guido · 10 mesi fa · Art

Guardandone le linee drittissime e i dettagli perfetti non si direbbe mai che i tatuaggi di Pokeeeeeeeoh siano realizzati interamente a mano, senza utilizzare alcun tipo di macchinetta. Il tatuatore di origine svedese è, infatti, un rappresentate di quel gruppo di tattoo artist che si dedica all’antica tecnica dell’hand poke.

I tatuaggi sono realizzati pungolando la pelle con un ago intinto nell’inchiostro. Le ombre, lo spessore delle linee e la pesantezza dell’inchiostro sono dati dalla grandezza dell’ago utilizzato e dalla pressione dell’artista, quindi dalla sua bravura.

È un’arte affascinante, come i suoi lavori che ritraggano soggetti semplici e lineari, a volte anche con un velo di humor, ma mai eccessivo. Sono impeccabili poesie fatte d’inchiostro, indelebili nel tempo, perché un lavoro talmente bello non dovrebbe mai essere cancellato.

Scopri tutti i lavori di Pokeeeeeeeoh sul suo profilo Instagram.

pokeeeeeeeoh | Collater.al pokeeeeeeeoh | Collater.al pokeeeeeeeoh | Collater.al pokeeeeeeeoh | Collater.al pokeeeeeeeoh | Collater.al pokeeeeeeeoh | Collater.al pokeeeeeeeoh | Collater.al pokeeeeeeeoh | Collater.al pokeeeeeeeoh | Collater.al pokeeeeeeeoh | Collater.al pokeeeeeeeoh | Collater.al pokeeeeeeeoh | Collater.al pokeeeeeeeoh | Collater.al pokeeeeeeeoh | Collater.al pokeeeeeeeoh | Collater.al pokeeeeeeeoh | Collater.al

Pokeeeeeeeoh e l’affascinante arte dell’hand poke
Art
Pokeeeeeeeoh e l’affascinante arte dell’hand poke
Pokeeeeeeeoh e l’affascinante arte dell’hand poke
1 · 16
2 · 16
3 · 16
4 · 16
5 · 16
6 · 16
7 · 16
8 · 16
9 · 16
10 · 16
11 · 16
12 · 16
13 · 16
14 · 16
15 · 16
16 · 16