Axel Corjon fotografa le luci nella notte

Axel Corjon fotografa le luci nella notte

Giulia Guido · 2 mesi fa · Photography

Hong Kong, New York, Parigi, ma anche Malaga, Amalfi e i paesini della Normandia, Axel Corjon è attirato dai centri urbani, da quelli piccoli e di provincia alle megalopoli più importanti al mondo. Per il suo ultimo progetto dal titolo “Alone in the night”, il fotografo francese è sceso per le strade di queste città, nel cuore della notte, per immortalarle in una veste nuova e inedita, lontana dall’immaginario comune. 

Quelle stesse strade che di giorno, alla luce del sole, sono talmente affollate da non riuscire a vedere l’asfalto, di notte si svuotano e in mezzo a quel buio che ricopre tutto, l’unica cosa che resiste è la luce. La luce di un semaforo, la luce di un alimentari aperto 24 ore, la luce dei lampioni, la luce di un cartellone pubblicitario, la luce di una finestra. 

Se le lunghe passeggiate notturne di Axel Corjon sono essenziali per il suo lavoro, altrettanto importante è la fase di post produzione in cui i colori, le ombre e le luci vengono quasi esasperati, dando vita a degli scenari irreali che si allontanano completamente e definitivamente dalla realtà. Anche i posti più conosciuti, i più famosi Boulevard della capitale francese perdono la loro identità, potrebbero essere qualsiasi luogo. 

Perdetevi negli scatti di Axel Corjon e per scoprirne di più andate sul suo profilo Instagram

Axel Corjon fotografa le luci nella notte
Photography
Axel Corjon fotografa le luci nella notte
Axel Corjon fotografa le luci nella notte
1 · 12
2 · 12
3 · 12
4 · 12
5 · 12
6 · 12
7 · 12
8 · 12
9 · 12
10 · 12
11 · 12
12 · 12
I ritratti femminili di Nikki van de Poel

I ritratti femminili di Nikki van de Poel

Giulia Guido · 1 mese fa · Photography

Avete presente quel momento della mattina in cui si è svegli, ma ancora a letto? Quei minuti in cui la mente non è ancora lucida e il viso assopito viene colpito dalla luce calda del sole che comincia a illuminare la stanza? Sono proprio questi attimi, intimi e personali, in bilico tra realtà e sogno, che attirano Nikki van de Poel

Nikki, su Instagram conosciuta come @satellitejune, è una giovane fotografa dei Paesi Bassi che da quando ha scoperto la fotografia analogica non se n’è mai separata. Sempre armata della sua macchinetta, Nikki è pronta a catturare attimi di vita quotidiana. 

L’idea di cominciare a fotografare giovani ragazze appena sveglie le è venuta qualche anno fa, durante un periodo in cui spesso si ritrovava a dormire a casa di amiche. È nata così la serie fotografica “Morning Rituals” in cui spiccano i suoi soggetti preferiti, che ancora oggi dominano i suoi scatti. I protagonisti indiscussi dei suoi lavori sono infatti le giovani ragazze, compresa lei stessa, e la luce naturale

La luce del sole, il cui sottotono caldo viene intensificato dalla fotografia analogica, combinata a ragazze dal look naturale, senza trucco, spettinate e senza sovrastrutture, dona ai suoi lavori uno stile vintage. Effettivamente, guardando gli scatti di Nikki van de Poel potrebbe venire da chiedersi se sono state scattate recentemente o trent’anni fa. 

Qui sotto puoi trovare una selezione dei lavori di Nikki van de Poel, per scoprine di più vai sul suo sito e sul suo profilo Instagram

I ritratti femminili di Nikki van de Poel
Photography
I ritratti femminili di Nikki van de Poel
I ritratti femminili di Nikki van de Poel
1 · 15
2 · 15
3 · 15
4 · 15
5 · 15
6 · 15
7 · 15
8 · 15
9 · 15
10 · 15
11 · 15
12 · 15
13 · 15
14 · 15
15 · 15
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram

Giulia Guido · 1 mese fa · Photography

Ogni giorno, sul nostro profilo Instagram, vi chiediamo di condividere con noi le vostre immagini e fotografie più belle. 
Per la raccolta InstHunt di questa settimana abbiamo selezionato le vostre 10 migliori proposte: @coldsummerpics, @luc.lattanzi, @annalisa_patuelli, @danielapolsinophotography, @_slightlyoutoffocus_, @a.leszandra, @corticm, @iostomario, @giorgia_artino_photography, @marina_bocchetti.

Tagga @collateral.photo per essere selezionato e pubblicato nel prossimo numero di InstHunt.

View this post on Instagram

«In una condizione di reclusione, stress e paura, in un periodo in cui la maggior parte della popolazione sogna la libertà, il fotografo Mario Bronzino realizza un progetto fotografico con l'intento di "staccare la spina", di evadere dalla drammatica situazione creata dall'emergenza Covid-19. Bronzino desidera regalare alla gente ciò di cui sente il bisogno: una vacanza, il sole primaverile che in questi giorni possiamo solo scorgere dalla finestra, il mare proibito, i colori della natura e dei nostri luoghi del cuore che per adesso non ci è concesso assaporare. In soccorso a noi prigionieri nelle nostre case arriva dunque l’arte, messa a servizio di tutti: “Viaggio in Sicilia (al tempo del Coronavirus)” porta sugli smartphone e i PC di migliaia di italiani ciò che quotidianamente offre il nostro territorio, che spesso diamo per scontato ma che adesso ci manca terribilmente. Il progetto si sviluppa attraverso una visione anticonvenzionale della Sicilia grazie alle riprese di Google Street View da cui le fotografie vengono realizzate come se venissero realmente catturate attraverso una classica macchina fotografica.  Il risultato è il racconto di un viaggio collettivo virtuale che offre al pubblico uno "scorcio di libertà” in un periodo storico così difficile». — A cura di Ombretta Zora @ombretta.zora . . . . . #tropicalvibes #islandgirl #bucketlist #trapani_bestphoto #gltlove #ilovetravel #globelletravels #palermo #sicilia #beachesnresorts #mytinyatlas #postcardplaces #cefalù #darlingescapes #all_sunsets #blondesandcookies #luxuryworldtraveler #koloramag #summer #tagsta_nature #TFLers #coronavirusitaly #35mmphotograhy #somewheremagazine #magneticisland #4x5film #fapiacere #pocketminimal #abandonedgallery #taormina

A post shared by Mario Bronzino (@iostomario) on

InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
Photography
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
InstHunt – Le 10 migliori foto della settimana su Instagram
1 · 1
“Walking Through Wuhan” di Fergus Coyle

“Walking Through Wuhan” di Fergus Coyle

Emanuele D'Angelo · 1 mese fa · Photography

Prima di finire nei notiziari di tutto il mondo, Wuhan era relativamente sconosciuta all’Occidente, una città della Cina, capoluogo della provincia di Hubei, posta alla confluenza del fiume Azzurro e del fiume Han.
Adesso è triste pensare che venga ricordata solo come la fonte di una epidemia che ha colpito l’intero mondo.

Il fotografo britannico Fergus Coyle, ha deciso di condividere nuovamente la sua serie di foto intitolata “Walking Through Wuhan”, scattate anni fa, con l’intento di far conoscere la città per la sua bellezza. Un ampio ritratto della città, che rappresenta il suo calore naturale, ma giustapposto al suo imponente paesaggio architettonico. 
Le fotografie dell’artista britannico esaltano un ritratto più ampio di Wuhan, sono gli scatti più dettagliati e più silenziosi che sembrano particolarmente attuali adesso. Lontano dalle principali attrazioni turistiche della città, come la Yellow Crane Tower o East Lake, più avanti nella serie, Fergus Coyle ci mostra le personalità di Wuhan.

Una città che ha una popolazione più numerosa di Berlino, Milano o Londra. “In ogni angolo che giri c’è un alveare di attività“, descrive, indicando la natura notevolmente socievole dei suoi abitanti, la sua “forte cultura del mangiare fuori” nei ristoranti o nei mercati, o semplicemente quanto sono trafficate le strade, piene di “auto, moto e infinite biciclette gialle a noleggio che finiscono in enormi mucchi nei loro punti di consegna”.

Attraverso queste fotografie, spero che gli spettatori possano prendersi un momento per dare uno sguardo imparziale a Wuhan, lontano dai media tradizionali”. Il fotografo spera che, a questo punto, la sua serie di fotografie “Walking Through Wuhan” evochi una visione di alternativa della città, un luogo dove non vede l’ora di tornare il prima possibile.

“Walking Through Wuhan” di Fergus Coyle
Photography
“Walking Through Wuhan” di Fergus Coyle
“Walking Through Wuhan” di Fergus Coyle
1 · 17
2 · 17
3 · 17
4 · 17
5 · 17
6 · 17
7 · 17
8 · 17
9 · 17
10 · 17
11 · 17
12 · 17
13 · 17
14 · 17
15 · 17
16 · 17
17 · 17
Ombre e corpi negli scatti di Ugur Basaran

Ombre e corpi negli scatti di Ugur Basaran

Giulia Guido · 1 mese fa · Photography

La luce, l’atmosfera che si crea in una stanza quando i raggi del sole entrano dalla finestra, le ombre degli oggetti che si posano delicatamente sulle pareti e sui corpi. Non appena ho scoperto le fotografie di Ugur Basaran me ne sono innamorata, mi hanno catturata. 

Ugur Basaran è un fotografo che vive a Instanbul che ormai da molti anni ha fatto della luce e dei corpi di giovani donne i protagonisti dei suoi scatti. Realizzate per lo più in analogico, con una fotocamera 35mm, le immagini di Ugur ci accolgono nell’intimità di appartamenti e camere da letto. 

Le ragazze nelle foto, molto spesso amiche dello stesso Ugur, sono delicate e sensuali, come se nessuno le guardasse e sui loro corpi nudi, sulla loro pelle le ombre di piante e fiori creano un gioco unico di chiaroscuri che ipnotizza. Questa qualità di saper cogliere nel miglior modo possibili la luce, fa risaltare le forme, innalzando il corpo femminile a opera d’arte. 

Noi abbiamo selezionato alcuni dei suoi scatti, ma per scoprirne di più vai sul profilo Instagram di Ugur Basaran. 

Ombre e corpi negli scatti di Ugur Basaran
Photography
Ombre e corpi negli scatti di Ugur Basaran
Ombre e corpi negli scatti di Ugur Basaran
1 · 11
2 · 11
3 · 11
4 · 11
5 · 11
6 · 11
7 · 11
8 · 11
9 · 11
10 · 11
11 · 11
Altri articoli che consigliamo