Design Il nuovo lungofiume di Praga progettato da Brainwork
Designarchitecture

Il nuovo lungofiume di Praga progettato da Brainwork

-
Giulia Guido

Dopo una fase di sviluppo durata quasi dieci anni, finalmente il lungofiume di Praga ha un nuovo design, che fonde uno stile contemporaneo con l’architettura già esistente. Il progetto è dello studio Brainwork e del suo fondatore Petr Janda che hanno pensato di dare nuova vita a un’intera area della sponda destra della Moldova, il fiume che spacca in due la capitale della Repubblica Ceca, precisamente nel punto dove affaccia la cosiddetta Casa danzante. 

Gli architetti hanno ricostruito la parete lungo il fiume che presenta 20 volte, con altrettante nicchie, usate nell’antichità come stanze per la conservazione del ghiaccio. 

Petr Janda e il suo team hanno giocato con la forma delle aperture, che sono state tutte trasformate in porte a vetro, permettendo così di sfruttare la luce naturale e di avere sempre una veduta unica sul fiume. 

Al loro interno, i locali, più o meno grandi, presentano uno stile più moderno e minimale, che però non va a stravolgere gli spazi. Oggi, all’interno di ogni volta possiamo trovare una diversa attività, dai bar come il LAb, ai pub, dai laboratori alle gallerie, e perché no, anche una biblioteca.

Lo studio Brainwork è riuscito a rilanciare un’area che gode di una posizione privilegiata, ma che sfortunatamente era stata abbandonata a causa dell’alluvione del 2002, dimostrando come architettura moderna ed edifici storici possono convivere perfettamente. 

Designarchitecture
Scritto da Giulia Guido
x
Ascolta su