Le stazioni della metropolitana russa di David Burdeny

avatar
08 gennaio 2018

Il viaggio fotografico di David Burdeny alla scoperta delle stazioni della metropolitana di Mosca e San Pietroburgo.

Alcuni luoghi, privati della presenza umana, acquisiscono una particolare bellezza. Ma non lo dico per misantropia o altro, quanto perchè non fa più oramai parte della società contemporanea riuscire a godere dei luoghi, delle cose, delle persone stesse, in preda piuttosto ad una certa fibrillazione da Bianconiglio della celebra favola di Alice.

In aggiunta ci sono alcuni luoghi nel mondo che meriterebbero un lungo lasso di tempo da trascorrervi al proprio interno. Un esempio? Le stazioni metropolitane di Mosca e San Pietroburgo. 

In assenza di possibilità di visitarle personalmente, è il fotografo canadese David Burdeny a permetterci di farlo con una serie fotografica – A Bright Future – che le cattura in tutto il loro antico splendore.

La loro data di nascita risale al lontano 1935, durante il regime di Stalin, che finanziò il loro grande progetto di costruzione, e sembrano come frammenti di palazzi reali dai soffitti riccamente decorati, decorati da finti marmi e meravigliosi lampadari, con dettagli in oro e molto altro.

Bisogna dirlo, un viaggio in metropolitana così sarebbe una piacevole esperienza da film Disney.

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share