Music Re:Earth, il progetto che trasforma la natura in musica
Artmusic

Re:Earth, il progetto che trasforma la natura in musica

-
Giulia Guido
RE EARTH | Collater.al

Per tutto febbraio saranno aperte le candidature per partecipare a Re:Earth, un progetto che darà la possibilità a sei giovani creativi di alloggiare per quindici giorni, dal 15 al 30 aprile, a Cittadellarte presso la Fondazione Pistoletto di Biella, durante i quali potranno interfacciarsi con professionisti ed esperti del settore musicale e partecipare a conferenze e workshop. 

L’obiettivo finale di questa “residenza artistica” è quella di dare vita a una performance artistica seguendo il tema di quest’anno: il rapporto tra uomo e natura e le conseguenze di questo rapporto dal punto di vista del cambiamento climatico. In pratica, i sei partecipanti avranno la possibilità di usufruire di tutti gli spazi, delle attrezzature e dell’aiuto dei tutor per mettere in scena un’esibizione musicale, in cui i suoni della natura vengono trasformati ed esplorati attraverso la musica, all’interno di un contesto installativo, anch’esso progettato dai partecipanti durante i 15 giorni del Re:Earth. 

Re:Earth si propone di creare un luogo in cui viene offerto un percorso formativo di alta qualità durante il quale tutti insieme, partecipanti e professionisti del mondo musicale e artistico, cercheranno di dare voce alla Terra e ai cambiamenti climatici in atto. 

È possibile candidarsi entro il 29 febbraio accedendo al sito di Re:Earth.

RE EARTH | Collater.al
RE EARTH | Collater.al
RE EARTH | Collater.al
Artmusic
Scritto da Giulia Guido
x
Ascolta su