Soul of the sea, l’ultima opera di Eron in favore dei migranti

avatar
19 Dicembre 2018

Soul of the sea è l'opera che il famoso street artist Eron ha dedicato ai migranti e che potete trovare al Palazzo della Enciclopedia italiana Treccani di Roma.

Il famoso street artist italiano Eron ha dedicato ai migranti la sua ultima splendida opera, chiamata Soul of the sea, dove volti di donne e bambini appaiono in maniera evanescente sulla fiancata di un relitto arrugginito. Avevamo lasciato l’artista con Tower to the People a Santarcangelo con un lavoro che celebrava la pace; anche questa volta la tematica trattata è densa di significati politico-sociali.

L’opera si trova all’interno del Palazzo della Enciclopedia italiana Treccani di Roma, in occasione del convegno aperto al pubblico sulla storicizzazione del writing e della street art. Il relitto su cui è stato realizzato il graffito, precedentemente trovato al largo della Croazia, è stato successivamente portato in un cantiere di Rimini per far parte di un ciclo di dipinti dedicati all’anima e la memoria degli oggetti.

La collocazione finale di Soul of the sea sarà all’interno di uno spazio espositivo permanente a Roma, che ancora non è stato rivelato.

Soul of the sea, Eron per i migranti alla Treccani | Collater.al Soul of the sea, Eron per i migranti alla Treccani | Collater.alSoul of the sea, Eron per i migranti alla Treccani | Collater.al

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share