The Guestbook: la nostra intervista a Cody Ellingham

Claudia Fuggetti · 4 settimane fa

Cody Ellingham è un fotografo cresciuto ad Hawkes Bay, sulla costa orientale della Nuova Zelanda. È emigrato in Giappone all’età di 23 anni per lavorare per un’importante agenzia creativa e dal quel momento non ha smesso di usare la fotografia come mezzo per scoprire ed interrogarsi su ciò che lo circonda.

Noi di Collater.al abbiamo chiesto a Cody di raccontarsi brevemente tramite un’intervista, che trovi qui sotto:

Come hai iniziato a fotografare?

Ho iniziato il mio viaggio nella fotografia quando sono arrivato per la prima volta in Giappone nel 2012. Stavo attraversando il nord del Giappone dopo il grande terremoto, per fare del lavoro di volontariato. Ho preso una piccola macchina fotografica ed è successo: volevo catturare i luoghi dove la gente aveva vissuto e il modo in cui proprio quei luoghi erano cambiati. Non molto tempo dopo ho iniziato a fotografare la città di Tokyo che cambiava di notte con il mio progetto DERIVE e da lì è cresciuto tutto…

Le tue immagini sono molto suggestive, come hai individuato il tuo stile?

È stato un viaggio per affinare e distillare quello che cerco veramente con la fotografia. Mi propongo di fare domande invece di dare risposte con le mie immagini e così passo molto tempo a lavorare sulla composizione e sul flusso di un’immagine. Uso le macchine Alpha di Sony insieme a lenti usate nella fotografia d’architettura, utili per dare alle mie immagini una qualità e una nitidezza quasi surreale.

C’è un motivo particolare per cui ha scelto queste fotografie?

Volevo darvi un assaggio della mia ultima serie, Bangkok Phosphors, che ho appena finito di pubblicare in un libro fotografico con copertina rigida, insieme ad alcuni miei scatti di Shanghai e Hong Kong, dove sono stato recentemente.

Quali artisti ti hanno influenzato di più?

Sono profondamente ispirato da fonti letterarie, la mia recente serie a Bangkok si è ispirata alle storie di Mishima Yukio e di altri autori; il mio primo lavoro a Tokyo è stato guidato dalla lettura di vecchi romanzi e dal chiedermi: “cosa c’era qui?

Qual è il luogo al mondo che più ti ispira a fotografare?

Penso che ogni città del mondo abbia qualcosa a cui ispirarsi, ma direi che le mie tre migliori location sono Shanghai, Hong Kong e senza dubbio Tokyo!

Segui il take over di Cody sul profilo Instagram di Collater.al!

The Guestbook: la nostra intervista a Cody Ellingham | Collater.al
The Guestbook: la nostra intervista a Cody Ellingham | Collater.al
The Guestbook: la nostra intervista a Cody Ellingham | Collater.al
The Guestbook: la nostra intervista a Cody Ellingham | Collater.al
The Guestbook: la nostra intervista a Cody Ellingham | Collater.al
The Guestbook: la nostra intervista a Cody Ellingham | Collater.al
The Guestbook: la nostra intervista a Cody Ellingham
Photography
The Guestbook: la nostra intervista a Cody Ellingham
The Guestbook: la nostra intervista a Cody Ellingham
1 · 9
2 · 9
3 · 9
4 · 9
5 · 9
6 · 9
7 · 9
8 · 9
9 · 9