Birdlime, cosa succede quando un uccello vive in gabbia?

Evan DeRushie è un regista e animator specializzato nella tecnica della stop motion e tra i suoi lavori spicca la versione de Il Piccolo Principe realizzata nel 2015. L’ultimo suo lavoro si intitola Birdlime, corto animato in cui veniamo messi di fianco a un uccello in gabbia per capire quali sono gli effetti di questa vita sugli animali.

A ispirare il regista canadese è stato un viaggio in Thailandia, dove l’attenzione di Evan DeRushie è stata catturata da degli animali in gabbia su cui c’era scritto di non scattare foto. La diffusione di immagini di questi animali avrebbe, infatti, alzato la richiesta di queste specie, già a rischio di estinzione.

Così è nata l’idea per Birdlime, un corto adatto a tutti perché il problema del commercio illegale di molti animali esotici è un problema che tocca tutti, senza distinzione d’età. Il titolo stesso introduce già lo spettatore all’argomento, birdlime in inglese è una sostanza appiccicosa che viene messa sui rami degli alberi, aiutando così i cacciatori a catturare gli uccelli, che una volta posate le zampe su di essa non riusciranno più a staccarsi.

Guarda Birdlime fino alla fine, ne varrà la pena!

Riguarda Déguste QUI.

Share