How To Be Alone, il cortometraggio thriller che svela le paure più profonde

Ai fan più attenti di Stranger Things, il nome Kate Trefry non sarà nuovo, infatti la giovane sceneggiatrice ha firmato alcuni degli episodi della serie originale Netflix. How To Be Alone è l’ultima sua creazione, un thriller psicologico che non ha nulla da invidiare ai lungometraggi che escono nei cinema.

La protagonista, interpretata da Mika Monroe, è una giovane fotografa freelance sposata con un medico, interpretato da Joe Kerry, lo Steve Harrington si Stranger Things, che, mentre lui va in ospedale per il turno di notte, lo aspetta a casa.

Una volta chiusa la porta e rimasta sola con il silenzio è costretta ad affrontare tutte le sue paure, sul futuro, sui suoi progetti, sul suo lavoro. Tutti dubbi e perplessità che nella vita di tutti i giorni sono nascoste, latenti, ma mai del tutto superate.

How To Be Alone è un cortometraggio perfetto, rappresentante di un genere che spesso scade nel ridicolo, ma vi assicuro che non è questo il caso.

Riguarda Freaks of Nurtre QUI.

Share