Seguici sui nostri canali

Iscriviti alla newsletter di Collater.al
Rimani aggiornato con le ultime news
eng

The Lonely Goalkeeper, il triste destino dei numeri uno

I portieri sono gli eroi solitari. Quelli che non possono sbagliare. Là, abbandonati al proprio destino sotto gli occhi dello stadio.
The Lonely Goalkeeper è un corto relizzato dallo studio Dress Code, che racconta i novanta minuti del portiere, il pre e il post partita del ruolo più importante del gioco del calcio.

È vero, il calcio è un gioco di squadra, in cui 11 persone cercano di segnare un gol in più dell’avversario, ma il portiere è sempre confinato lì, nella sua grande ma piccola area, dietro quell’abisso rappresentato dalla porta, chiamato a difendere fino all’ultimo secondo.

Il bellissimo corto è narrato da un numero uno d’eccezione, Bob Wilson, storico portiere dell’Arsenal.
Wilson,
ricordando i suoi trascorsi, riflette sulle responsabilità, sulla pressione e sul peso degli errori che solo i portieri hanno. Ma “quando tutto il resto fallisce”, rimane solo lui per difendere la porta, la squadra e i sogni.
E questa è forse anche l’esperienza più bella, ma al tempo stesso la più brutta, perché anche un solo piccolo errore può pregiudicare l’intera prestazione, a differenza dei suoi colleghi.

The Lonely Goalkeeper, il triste destino dei numeri uno
Close