Music “WAVE”: l’album realizzato con i suoni subacquei
Artmusic

“WAVE”: l’album realizzato con i suoni subacquei

-
Tommaso Berra
WAVE | Collater.al

Cosa può succedere se alcuni musicisti affermati si ritrovano davanti al mare con l’intenzione di dar vita a un nuovo progetto? Probabilmente la voglia di ricercare suoni nuovi non troverebbe un limite terreno, per questo il nuovo collettivo “Stellare” quei suoi li è andati a trovare sott’acqua, dando vita a un album di pezzi inediti che partono dalla campionatura di suoni subacquei e altri registrati al largo del porto di Genova.
Il progetto è frutto dell’idea del produttore FiloQ, che si è unito insieme ad Ale Bavo ( collaboratore di lunga data di Samuel dei Subsonica), Federico Dragogna dei Ministri, Francesco Bacci (Ex Otago) e altri artisti.

I suoni che hanno portato alla realizzazione di “WAVE” (questo il nome dell’album) sono quindi registrazioni di attività sottomarine, studiate e ascoltate durante due residenze artistiche immersive realizzate a Genova. Il bisogno di cercare un nuovo paesaggio di suoni nasce dalla voglia di costruire una nuova geografia uditiva, quasi ritornando a una dimensione primordiale fatta di suoni ovattati, profondi e misteriosi.
I suoni che si sentono nell’album realizzato dal progetto Stellare sono stati registrati fino a 12 metri di profondità, per un risultato lento, dilatato e minimale che capovolge il punto di osservazione facendo emergere il sommerso.
“WAVE” è un album elettronico, ambient e psichedelico, con orchestrazioni acustiche e beat sincopati, con synth, chitarre, sax, viola e piano a comporre un suono davvero inedito perché lontano dall’esperienza uditiva dell’uomo.

WAVE | Collater.al
WAVE | Collater.al
WAVE | Collater.al

Artmusic
Scritto da Tommaso Berra
x
Ascolta su