Art Yayoi Kusama conquista anche Manchester
Artartinstallation

Yayoi Kusama conquista anche Manchester

-
Anna Frattini

Yayoi Kusama è sempre sulla cresta dell’onda. In occasione dell’edizione di quest’anno del Manchester International Festival, l’artista giapponese ha progettato You, Me & the Ballons. In questo percorso espositivo si ripercorrono le opere gonfiabili più significative di Kusama realizzate negli ultimi 30 anni, un’occasione imperdibile sviluppata in uno spazio ad-hoc, il nuovo spazio industriale degli Aviva Studios a Manchester. Le installazioni saranno visitabili fino al 28 agosto.

yayoi kusama
Installation view dal Manchester International Festival 2023 | Images © David Levene

10 metri di altezza ed elementi sospesi su un soffitto alto 21 metri. Colori vibranti e atmosfere psichedeliche. Ma non solo, una volta entrati nel percorso espositivo è possibile ammirare anche The Hope of the Polka Dots Buried in Infinity will Eternally Cover the Universe (2019), Song of a Manhattan Suicide Addict (2007), A Bouquet of Love I Saw in the Universe (2021) e posizionato sul pavimento, Clouds (2023).

Installation view dal Manchester International Festival 2023 | Images © David Levene

Invece l’iconica Dots Obsession series (1996-2023) prende una nuova forma a Manchester. Le imponenti forme a pois sospese nello spazio si espandono nei 65 metri di profondità dello spazio con l’aggiunta di una delle celebri infinity mirror rooms – firma di Yayoi Kusama.

yayoi kusama
Installation view dal Manchester International Festival 2023 | Images © David Levene

Menzione speciale per Songs of a Manhattan Suicide Addict – una video proiezione che mostra Kusama cimentarsi in un canto che descrive la sua esperienza con la depressione – e Per Clouds, dove i visitatori possono sedersi o stendersi in un’occasione più unica che rara.

Installation view dal Manchester International Festival 2023 | Images © David Levene
Artartinstallation
Scritto da Anna Frattini
x
Ascolta su