Photography Blink, il nuovo progetto fotografico di Naohiro Maeda
Photographyphotography

Blink, il nuovo progetto fotografico di Naohiro Maeda

-
Claudia Fuggetti

Avevamo avuto modo di conoscere il fotografo Naohiro Maeda con il progetto Passages, una suggestiva rappresentazione concettuale del viaggio spirituale che si compie quando si perde una persona cara. Mantenendo l’estetica minimale e quasi metafisica, Blink, il nuovo progetto dell’artista, si presenta a noi come un insieme etereo di immagini che accostano paesaggi ed edifici per esprimere al meglio cosa vuol dire trasferirsi in un nuovo luogo.

Sembra in realtà che la costante della ricerca di Naohiro sia quella della transizione, da una città all’altra, dalla vita alla morte nel caso di Passages. Blink trascende le varie emozioni: che si tratti di euforia per un nuovo capitolo della vita in una città sconosciuta o di solitudine, unita ad una sensazione di isolamento o di alterità. Tutti questi sentimenti si annullano e vengono rivelati all’interno di immagini che rappresentano dei frammenti sospesi in un tempo indefinito. L’artista ha spiegato che:

“La serie è una meditazione sull’identità e l’alterità tra la patria e il nuovo luogo”.

Naohiro Maeda pone in contrasto le strutture create dall’uomo contro oceani e laghi immobili, conferendo all’intera serie un mood surreale; non è un caso che l’espressione “the blink of an eye” (in un batter d’occhio) sia associata alla sensazione che in un determinato momento si possa realmente percepire la presenza di un luogo.

Photographyphotography
Scritto da Claudia Fuggetti
x
Ascolta su