Building Bridges, Lorenzo Quinn per la Biennale di Venezia

avatar
17 Maggio 2019

Building Bridges è l'opera dello scultore italiano Lorenzo Quinn presentata in occasione della Biennale di Venezia di quest'anno.

Building Bridges (Costruendo Ponti) è il nome dell’opera presentata dallo scultore Lorenzo Quinn, quinto figlio del celebre attore Anthony Quinn, presso l’Arsenale Nord di Venezia, location che fa parte dell’implementazione della zona di esposizione della Biennale.

Si tratta di sei ponti alti 15 metri e lunghi 20, rivisitati sotto forma di mani; ogni scultura rappresenta uno dei valori universali dell’essere umano: l’amicizia, la saggezza, l’aiuto, la fede, la speranza e l’amore .

Non è la prima volta che l’artista espone a Venezia, ricordiamo infatti che nel 2017 Lorenzo ha presentato la sua opera Support, costituita da mani colossali che sorreggevano un albergo sul Canal Grande.

Le mani questa volta simboleggiano la volontà di superare il concetto di differenza in vari aspetti della vita: geografici, filosofici, culturali ed emotivi; ed ecco che il ponte diviene un simbolo, che collega, unisce ed abbatte le divergenze culturali a favore di un mondo pacifico.

Non perderti la nostra gallery qui sotto:

Building Bridges, Lorenzo Quinn per la Biennale di Venezia | Collater.al
Building Bridges, Lorenzo Quinn per la Biennale di Venezia | Collater.al
Building Bridges, Lorenzo Quinn per la Biennale di Venezia | Collater.al
Building Bridges, Lorenzo Quinn per la Biennale di Venezia | Collater.al
Building Bridges, Lorenzo Quinn per la Biennale di Venezia | Collater.al

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share