L’installazione Ada è il perfetto connubio tra innovazione, architettura e scienza

avatar
24 Ottobre 2019

In collaborazione con la ricerca Microsoft, l’artista Jenny Sabin ha realizzato Ada, l’installazione che converte i dati personali in luce e colori.

L’artista Jenny Sabin ha realizzato l’installazione Ada in collaborazione con la ricerca Microsoft per il campus Redmond di Washington.

Il padiglione è il perfetto connubio tra innovazione, architettura e scienza ed è anche per questo che ha preso il nome del matematico inglese Ada Lovelace, considerato uno dei primi programmatori di computer.

L’esperienza, totalmente immersiva, è resa tangibile tramite la conversione in luce e colori di dati personali. Dati che non sono altro che espressioni, sensazioni nascoste ed emozioni raccolte tramite una rete di sensori e telecamere collocata in tutto l’edificio, trasferita poi sulla struttura leggera a maglia di componenti tubolari.

Il risultato è uno spazio in cui protagonisti sono curiosità, meraviglia e scambio collettivo di emozioni.

Testo di Giordana Bonanno.

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share