Lance (in a Neck Brace) – la fine di un amore

Spesso, quando finisce una relazione, si cerca di trovare un sollievo al dolore. La via più facile sembra lasciarsi tutto alle spalle, scacciare via la sofferenza, non pensarci più e dimenticare. Invece, è proprio in queste situazioni che è importante analizzarsi e conoscersi.
Lance (in a Neck Brace), il cortometraggio scritto, diretto ed editato da Chloé Aktas mette in scena una situazione a tutti familiare e lo fa in un modo originale e ipnotizzante.

In 9 minuti ininterrotti di silenzi, pensieri e pause vediamo Lance, il protagonista, cercare la soluzione al suo dolore nelle istruzioni registrate in alcune audiocassette. Queste analizzano tutti gli scenari possibili di una rottura e cercano di indirizzarlo verso la guarigione.

Piuttosto che semplificare il problema però, Lance si ritrova costretto a mettersi faccia a faccia con il suo cuore spezzato, con i propri pensieri e dispiaceri, davanti alla sua sofferenza.

Così, il viaggio verso la cura, si trasforma in un’opportunità di auto-analisi. Invece che scappare, Lance decide di essere onesto con se stesso: affronta la sua crisi, studia le sue emozioni e così cresce.

Articolo di Federica Cimorelli

Lance (in a Neck Brace) – la fine di un amore
Close