Una presunta opera di Banksy spunta a Venezia

avatar
14 Maggio 2019

Proprio il giorno prima dell’apertura della 58ª Biennale di Venezia è comparsa un’opera nella città lagunare che tutti hanno attribuito a Banksy.

È apparsa probabilmente la notte tra giovedì e venerdì scorso, sul muro di una casa di Venezia, una presunta opera di Banksy, scoperta dal fotografo Lapo Simeoni.

In effetti, quale occasione migliore dell’Inaugurazione della Biennale di Venezia, per apparire e far parlare di sé. 

Nel sestiere di Dorsoduro, vicino a Campo Santa Margherita, (tra le fermate del vaporetto di Ca’ Rezzonico e San Tomà), se percorrete Calle de la Chiesa fino a incontrare Calle S. Pantalon, potrete scorgere, dipinto su un muro di una casa, un bambino con indosso un giubbotto salvagente che tiene in una mano un razzo segnaletico. Il bimbo, con i piedi che arrivano all’acqua, sembra essere in procinto di annegare, forse è lì che cerca di farsi vedere in un mondo di persone troppo impegnate a pensare a sé stesse, o peggio ancora uno schermo, oppure è lì per indicarci una strada da seguire. 

Sebbene l’opera non sia stata rivendicata dall’artista britannico, lo stile e il soggetto hanno fatto pensare subito a Banksy e forse non è neanche troppo importante averne conferma. 

banksy | Collater.al
banksy | Collater.al 2

Ph: Lapo Simeoni.

Newsletter

Keep up to date!
Receive the latest news about art, music, design, creativity and street culture.
Share